fbpx

Focus Azzurro-Napoli:Roma-L’ occasione persa

 

Focus Azzurro- Napoli: Roma-L’occasione persa-La consueta rubrica del giorno dopo

L’occasione persa-La comitiva Calzona pareggia per due a due in casa contro la Roma e perde un’occasione buona, per riqualificarsi agli occhi dei propri tifosi. Il Napoli ieri ha giocato sicuramente una buona partita, soprattutto nella prima frazione di gioco. Ma poi alla fine della ripresa, la squadra si è afflosciata, facendosi recuperare dalla squadra avversaria. Comunque quando mancano ormai solo quattro giornate al termine del torneo, bisogna solamente pensare di portare la nave in  porto. Adesso però addentriamoci nei meandri della partita azzurra. Positivo Meret che presidia con attenzione la propria porta, risultando francamente incolpevole sulle reti romaniste. Ondivaga la prestazione degli esterni bassi Di Lorenzo e Olivera. Il Capitano continua a sentire addosso le scorie del terzo scudetto e non è mai estremamente produttivo sia in fase difensiva, che in quella propulsiva. Propositivo Olivera  che gioca una gara tutta fatta di corsa e di supporto ai compagni. Decisamente una delle più belle prestazioni da quando gioca a Napoli!

Appena sufficiente la gara della coppia centrale composta da Rrahmani e Jesus.

Rrahmani è l’uomo che presidia più di ogni altro il fortino azzurro e alla fine della fiera non se la cava nemmeno male. Disattento Jesus che in alcuni momenti topici dell’incontro appare confuso, facendosi anticipare spesso e volentieri dalle punte avversarie. Non trascendentale la partita del centrocampo napoletano. Dinamico Cajuste molto più valido però in fase di contenimento, che in quella di rilancio dell’azione. Lento Zambo-Anguissa, che non riesce mai ad ergersi protagonista del centrocampo partenopeo.

Unico a salvarsi del centrocampo azzurro è come al solito il Mago Lobotka, che nei frangenti di difficoltà indirizza la squadra in maniera razionale e lucida.

Onestamente però Lobo in questo momento storico, avrebbe bisogno del supporto di colleghi molto più tonici. Discreta la prova del comparto avanzato. Buona la partita di Politano, che come al solito si danna l’anima, per sostenere l’attacco azzurro. Si ha però la netta sensazione, che l’esterno azzurro parti sempre a mille e poi si vada spegnendo agonisticamente poco a poco nel corso dell’incontro. Sgusciante e fantasiosa la gara di Kvara, si batte e sbatte per tutta la partita, procurandosi caparbiamente il rigore, che avrebbe potuto condurre il Napoli alla vittoria.

L’occasione persa-Frenetico e combattivo Osimhen, che a mio avviso è stato il migliore degli azzurri.

Osi tra l’altro ha avuto anche il grosso merito di segnare il rigore, che ci ha illuso per un brevissimo periodo di tempo. Concludendo quindi il Napoli di Calzona riesce ad acciuffare un punto, che di questi tempi non è cosa da poco. Adesso al Napoli non rimane che onorare  le prossime partite, cercando di dare un po’ di luce a questo oscuro campionato…