fbpx

Martorelli: Osimhen? “Dipende sempre dal valore che ti danno i calciatori

Osimhen Victor
A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Giocondo Martorelli, procuratore. Di seguito, un estratto dell’intervista.
Le squadre si stanno già muovendo in maniera concreta sul mercato?
“Da oggi in poi si iniziano le prime fasi di trattative per capire, eventualmente, come concludere. A prescindere, in qualsiasi periodo dell’anno il mercato è sempre in continua evoluzione, ma in questo periodo le trattative si fanno serie. Le squadre che sono fuori dalle coppe europee e i club che hanno raggiunto i propri obiettivi si muovono in maniera diversa. L’Iter ha già ufficializzato l’acquisto di Taremi e Zielinski. È sicuramente più facile concludere con giocatori che si liberano dal primo febbraio. Le trattative con le società, invece, fanno sì che i tempi si dilatino”
Quest’anno, le trattative possono essere influenzate anche dall’Europeo e la Copa America?
“In ogni competizione, sia a livello europeo che mondiale, ci sono le sorprese. Ci sono giocatori che lasciano un segno importante in quelle competizioni e i club prendono in considerazione la possibilità di un acquisto. Le società, quindi, possono lasciare qualche casella libera. Fino al 30 settembre, il mercato è sempre in continua evoluzione, e sarà così anche quest’anno”
Ha già tenuto d’occhio qualche talento?
“Siamo sempre vigili, non soltanto per i calciatori che partecipano all’Europeo, ma anche per il calcio internazionale. Anni fa proposi Caicedo e Hincapié, che anche ieri ha dimostrato il suo valore tra le fila del Bayer Leverkusen. Nessuna delle società italiane è riuscita a portare a casa questi giocatori, ma si spera sempre che le segnalazioni possano concludersi in maniera positiva”
Quale potrebbe essere il profilo giusto per sostituire Osimhen?
“Dipende sempre dal valore che ti danno i calciatori. Sono tutti profili interessanti quelli di cui si parla, ma la prima cosa da valutare sarà la figura del prossimo allenatore. Aspetterei l’ufficialità del prossimo tecnico e, dunque, in base a ciò capire quali dovranno essere gli innesti e gli eventuali altri partenti, oltre Osimhen e Zielinski. Ci saranno delle valutazioni su quelli che sono i profili già visionati ed una scrematura anche economica”
Quanto c’è di vero nella trattativa con Conte?
“La volontà del presidente De Laurentiis di fare un passo verso Conte, in tutti i modi, è abbastanza chiara. I tentativi di portare Antonio a Napoli sono evidenti. Ci sono delle condizioni che, secondo me, non consentono di vedere Conte a Napoli. A prescindere dall’espetto economico, e non so se il tecnico vorrà cedere sulle proprie richieste, bisogna considerare che il Napoli è un club che non ha strutture. Non è ammissibile per una società di questo livello, ed è un grande problema. Pioli sarebbe un ottimo profilo. Ha fatto molto bene al Milan ed ha valorizzato i propri calciatori, vincendo uno scudetto inaspettato”