fbpx

Buongiorno al Napoli: si chiude

Calciomercato - Buongiorno

Buongiorno al Napoli: si chiude

Finalmente possiamo dire che è fatta!

Scrivevo ieri di un contatto tra i ds delle due società Manna e Vagnati, con il primo che che aveva  l’intenzione di presentare un’offerta da 35 milioni per acquistare il cartellino del difensore e capitano della squadra granata.

Si era partiti da una richiesta del presidente del Torino di 45 milioni e senza contropartite tecniche.

Urbano Cairo voleva replicare quanto fatto con la Juve con Bremer.

La speranza del massimo dirigente granata  che per Buongiorno si scatenasse una vera e propria asta ha subito un brutto colpo visto che il ragazzo agli europei non ha mai giocato.

Oggi poi il giornalista esperto di mercato Ciro Venerato, che già ieri aveva anticipato l’accordo tra le società, al sito TGR annuncia l’intesa totale per l’arrivo di Buongiorno al Napoli:

“Accordo definitivo tra Napoli e Torino. 35 milioni la base fissa ma i bonus sono superiori ai cinque milioni offerti ieri mattina.

Solo che alcuni saranno facili da ottenere (dovrebbero essere da 4 milioni) e altri molto più difficili.

Novità anche sul contratto di Buongiorno. Non ci sarà nessuna clausola rescissoria (dopo due anni): richiesta bocciata da De Laurentiis, Chiavelli e Manna.

Il centrale avrà uno stipendio indicizzato che partirà da 2.5 ma lieviterà anno dopo anno (esempio: se il Napoli torna in Champions e lui supera un determinato numero di gare).

Sull’inserimento della Juve (che Giuntoli ci ha smentito) arrivano invece conferme. La Juve avrebbe offerto 3.2 netti al suo agente Riso ma il difensore (famiglia di fede granata) avrebbe rifiutato subito l’idea.

Mai alla Juve. E soprattutto voglio lavorare con Antonio Conte”