fbpx

De Laurentiis a ruota libera: esalta Ancelotti e manda una stoccata alla Juventus

De Laurentiis

ADL sulla Juventus: “Se avessi un debito di 200 milioni con le banche per prendere un calciatore che senso avrebbe vincere?”

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, in una lunga intervista rilasciata a Sky Sport parla delle ambizioni della squadra azzurra, esalta Ancelotti e lancia una  stoccata alla Juventus.

 SU ANCELOTTI

Ad Ancelotti darei un Oscar. E’ arrivato in un territorio complesso e complicato. Con il suo sorriso e la sua calma ha dato grande tranquillità. La sua grande capacità è quella di legarci insieme. E’ un uomo molto cauto e onesto, sia fuori che dentro al campo.”

CAMPIONATO ED EUROPA LEAGUE

“Do’ un 7 a questo Napoli. Ancelotti può migliorarlo, può arrivare alla finale di Baku per esempio. Però è inutile darsi a certe previsioni adesso, non vogliamo portarci sfortuna da soli . Andiamo piano, partita per partita –riporta il Corriere dello Sport – Siamo stati abbastanza fortunati con il sorteggio, perché potremo godere di una bellissima città come Salisburgo e di una partita forse più semplice delle altre. Poi non disdegno nemmeno il campionato. on capisco lo scoramento dei tifosi da stadio che se non sono primi non sono contenti. Bisogna lottare fino alla fine, quelli che si arrendono alla prima defaillance nella vita credo che siano dei falliti.”

LA STOCCATA ALLA JUVENTUS 

“Se avessi un debito di 200 milioni con le banche per prendere un calciatore che senso avrebbe vincere?”, così De Laurentiis commenta l’attuale situazione in classifica dove il Napoli ha un grande distacco dalla Juventus in campionato. ADL fa  un chiaro riferimento agli investimenti fatti dai bianconeri per vincere e lottare su più fronti, su tutti l’acquisto di Cristiano Ronaldo.

SU SARRI

L’Europa League potrebbe riservare al Napoli un possibile match contro il Chelsea dell’ex Sarri, magari in finale: “Sarebbe bello, sempre se Sarri dovesse resistere. Lo farà? Io gli auguro di sì. Non gli posso augurare che fare del bene. A Napoli ha dato tanto. Non sempre si può condividere la sua visione, ma ognuno ha i suoi valori e i suoi difetti.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.