fbpx

Una Storia Che continua: Roma Azzurra !

Sull’ondata di entusiasmo per l’arrivo a Napoli di Diego Armando Maradona, nasce da una costola del Napoli Club Roma , presieduto dal dott. Alberto Della Monica, il Club Napoli Roma Azzurra Diego Armando Maradona 10 .

E’ la primavera dell’anno 1985 .

Il club presente al S.Paolo e in trasferta con tanto di striscione in Curva A , presiedera’ tutto il periodo Maradoniano e in occasione di un Lazio

Napoli (1986) una delegazione del club , incontrera’ O’ MAST ricevendo maglia ricordo a sancire la denominazione del club. Con l’addio di Diego, il Club,  di pari passo con la SSC Napoli , vive un periodo di stallo , la presenza e’ costante ma non più massiccia, il gruppo si assottiglia anche per la mancanza di un cambio generazionale fino ad arrivare al 2010 , quando

Gino Di Resta , componente del Direttivo, subentra alla Presidenza ,portando un ondata di entusiasmo. Si forma un nuovo Direttivo, si inaugura una nuova sede, grazie alla disponibilita’ del vice presidente Pino Smiraglia titolare di un Hotel nella zona Nord di Roma .

L’inaugurazione e’ in gran stile , oltre 150 soci partecipano alla presenza del Presidente Aurelio De Laurentis, del dott. Fassone e dell’addetto Stampa Baldari, alla cena suggellata con scambio di premi e il dono della maglia del Pocho Lavezzi, nuovo idolo dei cuori azzurri, autografata da tutta la
rosa.

Muta la denominazione in ROMA AZZURRA e la partecipazione allo stadio, la presenza e’ costante ma discreta,  nuovi gruppi prendono possesso delle curve ,  i soci guidati dal sempre presente Sergio Pompeo Maria’ si spostano nel settore Distinti, il club marca la sua presenza nella Capitale grazie alla passione radiofonica del suo attuale Presidente, conducendo una trasmissione serale .

Arriviamo al 2013, dopo la drammatica finale di Coppa Italia con la Fiorentina, il Presidente Gino Di Resta, rimane colpito nell’animo dalla  vicenda Ciro Esposito , decide di allontanarsi dal mondo del calcio , nauseato dall’accaduto,  abdica a favore di Arturo Matarazzo , componente del Direttivo , e’ il 2014 . Il nuovo Presidente decide in cambio di Sede .

Grazie alla disponibilita’ di amici napoletani titolari di una pizzeria napoletana, Anni 50 via Flavia 3, ci si sposta in centro, nel cuore della capitale , le adesioni arrivano a toccare oltre le 200 unita’ .

Il lavoro del nuovo Direttivo e’ capillare su i social, grazie al lavoro del vice Presidente Dario Ferrillo , nasce una rivista condotta dal Responsabile Davide Zingone , vengono ricuciti vecchi rapporti ricompattando  il gruppo grazie alla super visione dei soci storici e dei precedenti Presidenti.

Per ragione di sicurezza imposte dalle Forze dell’ordine , visti i rapporti tesi tra la tifoseria azzurra e giallorossa, cambia il simbolo e la denominazione . Il Colosseo che capeggia la N borbonica simbolo della societa’ sportiva, viene sostituito da una figura scelta a seguito di un concorso interno , che vede un asinello stile Hamsik che con piglio esce dal vesuvio a difesa dei colori azzurri il nuovo Club si chiama ROMAZZURA  e’ lo striscione riappare nel settore Distinti ……

la storia continua……

In questo lungo percorso mi preme ricordare con affetto … Nino Tavernier … figura storica e punto di riferimento per molti , che in questi giorni ci ha lasciato, passando a miglior vita,  ma continuera’ a seguirci con la sua tenacia da lassu’….

In questi altalenanti anni , quante sfide , quante gioie, quante lacrime condivise con cuori azzurri sparsi in Italia e nel mondo , tra questi Milano Azzurra , gruppo storico , che quest’ anno ci anticipa nei festeggiamenti dei 35 anni di vita e al quale auguro con affetto lunga vita..

Arturo Matarazzo 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *