Fabio Liverani in conferenza stampa: “Gara di sacrificio per disinnescare il collettivo azzurro”

Fabio Liverani conferenza stampa

Fabio Liverani, ex calciatore, ed attualmente allenatore del Lecce, è intervenuto nella consueta conferenza stampa di presentazione della partita di domani pomeriggio al “Via del Mare”

Fabio Liverani, ex calciatore, ed attualmente allenatore del Lecce, è intervenuto nella consueta conferenza stampa di presentazione della partita di domani pomeriggio al “Via del Mare”. Il tecnico della squadra salentina ha detto che sarà difficile affrontare gli azzurri, ma che bisogna prepararsi a dei grossi sacrifici (soprattutto in fase difensiva) per disinnescare il collettivo degli azzurri.

Queste le sue parole:

Mister, che formazione vedremo?
“Al momento sono indisponibili soltanto Meccariello e Dell’Orco, mentre Fiamozzi è fuori lista e sta recuperando. La mia rosa è piena di titolari e sono felice anche di chi entra e fa bene, come è stato a Torino. Speriamo di recuperare tutti quanto prima, per me è vitale poter contare su tutto il gruppo. Sicuramente qualcosina cambierò anche in ottica delle tre gare e del tempo ravvicinato”.

Quale può essere l’ago della bilancia?
“Il Napoli viene da una bella vittoria contro il Liverpool in Champions League e noi l’affronteremo come abbiamo affrontato le altre squadre: servirà pazienza e dovremo essere bravi a gestire i momenti di sofferenza, per poi trovare gli spazi e pungere. Sarà molto simile alla sfida contro l’Inter”.

Tre gare ravvicinate…
“Pensiamo a una partita per volta e soprattutto sono consapevole che a settembre le gare sono diverse che a settembre. Oltre alla tattica, devo guardare alla condizione dei calciatori. C’è chi può giocarle tutte e tre”.

Come si ferma il Napoli?
“Disinnescando il loro collettivo. Andremmo in difficoltà qualora lasciassimo spazi sulle corsie laterali. E soprattutto non bisogna dare loro profondità, dovremo essere bravi nei raddoppi. Dobbiamo continuare su questa strada, solo con la compattezza potremo limitare gli azzurri. Servirà sacrificio”.

Babacar titolare?
“Sta crescendo e per fare tutto al meglio deve essere spronato. Certamente è un’idea quella di schierarlo dall’inizio, ci sarà spazio per tutti”.

Shakhov trequartista?
Può fare quel ruolo, perché ha grande intelligenza. E soprattutto sta trovando empatia. Come ho detto in precedenza, tutti i calciatori della mia rosa possono partire dall’inizio”.

Le condizioni di Imbula?
Sta migliorando e crescendo. Lui, ad esempio, per condizione non può ancora giocare titolare”.

Qual è il parere sulla coppia centrale di difesa?
“Devo dire di essere molto soddisfatto di quello che è stato il rendimento fin qui di Lucioni e Rossettini, non hanno mai saltato un minuto e sono da esempio per il resto dei compagni. È una grande coppia e non avevamo dubbi. Poi non dimentichiamoci anche di Riccardi e Meccariello. Tutti e quattro offrono garanzia”.

Mancosu può essere un’idea?
“Sì, anche lui potrebbe giocare in attacco. Vedremo”.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *