fbpx

CDS – Vecino – Napoli, distanza sul prezzo del cartellino e sulla formula del trasferimento. Gli azzurri non vogliono vincolarsi al prestito con obbligo di riscatto

Vecino – Napoli, distanza sul prezzo del cartellino e sulla formula del trasferimento. Gli azzurri non vogliono vincolarsi al prestito con obbligo di riscatto

Vecino – Napoli, distanza sul prezzo del cartellino e sulla formula del trasferimento. Gli azzurri non vogliono vincolarsi al prestito con obbligo di riscatto

Il nome nuovo che circola da un paio di giorni per il centrocampo del Napoli è quello di Matias Vecino. Dalle indiscrezioni riportate dalle testate e dalle emittenti nazionali, l’uruguagio avrebbe già accettato la destinazione. E per giunta mostrando entusiasmo per l’opzione prospettata.

Di Vecino si era già parlato a gennaio quando, negli ultimi giorni della sessione di mercato invernale, i nerazzurri cercarono di metterlo sul piatto per arrivare ad Allan.

Matias piace a Gattuso, anche se non può essere considerato, per caratteristiche fisiche e tecniche, il sostituto del brasiliano. Potrebbe tuttavia essere schierato come mezzala, nel ruolo occupato per anni dal guerriero oggi in forza all’Everton. Vecino porterebbe in dote a Napoli fisicità e capacità negli inserimenti che attualmente scarseggiano nei centrocampisti partenopei.

Fabian e Zielinski sono più portatori di palla rispetto all’uruguagio, il quale invece ha nel suo bagaglio tecnico la realizzazione ‘a un tocco’, ossia quel graffio imprevedibile spesso decisivo nelle partite che contano a sorprendere le difese schierate, partendo da posizione più arretrata.

Come riporta il Corriere dello Sport, non c’è ancora accordo sul prezzo (15 milioni la domanda, 10 l’offerta azzurra) e soprattutto sulla formula. ADL non vuole vincolarsi con l’obbligo di riscatto, mostrando preferenza per un prestito che garantisca a fine anno la possibilità di decidere il da farsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *