fbpx

CRC: “A Napoli per il titolo”, Zamparini consiglia Dybala e su Prandelli…

Intervista a Radio CRC, l’ex patron del Palermo Zamparini: “Dybala vada a Napoli per vincere lo scudetto! Prandelli depresso? E che dovrebbe dire Mihajlovic!”

Radio CRC: “A Napoli per il titolo”, Zamparini consiglia Dybala e su Prandelli…

Ai microfoni del programma “Arena Maradona” sulle frequenze radiofoniche di Radio CRC è intervenuto l’ ex presidente di Venezia e Palermo Maurizio Zamparini.

Tanti i temi toccati dall’ ex numero uno rosanero, dal momento di Dybala alla Juve, alle dimissioni di Prandelli, fino a parlare della sua fama di “mangia allenatori”.

Grandi affari in passato tra Napoli e Palermo e su Dybala…

Zamparini si è soffermato sui tanti affari tra lui e l’ amico De Laurentiis ai tempi di Palermo:

“Vendetti Cavani al Napoli dicono che Osimhen gli somiglia, ma il Matador aveva un fisico che gli permetteva di rincorrere tutti in lungo e in largo per il campo per tutti i 90 minuti. Non so se Osimhen abbia questa caratteristica. Avrei voluto vendere al Napoli pure Dybala, ma De Laurentiis arrivò dietro alla Juve. Peccato, però, che a Torino non abbiano valorizzato a dovere Dybala. Chi non mette Dybala nelle condizioni di esprimersi al meglio, vuol dire che non capisce di calcio. Trattare così Paulo è l’unico errore che imputo all’attuale dirigenza della Juve. Sul campo Dyabala va trattato come Messi, nel senso che non bisogna dirgli cosa fare e dove spostarsi. Va lasciato libero di esprimersi”.

Poi il consiglio al pupillo Dybala: “Per me la piazza ideale per Paulo è Napoli. Vada da De Laurentiis per vincere lo scudetto”.

“Io depresso perchè sono fuori dal calcio”.

Inevitabile poi il passaggio su Prandelli, dimessosi da allenatore della Fiorentina, per troppo stress. Stress (e depressione) che hanno spinto il suo ex allenatore ai tempi di Venezia, ad ufficializzare anche il suo ritiro dal calcio:

“A me quello stato d’animo viene perché sono fuori dal calcio per me è più stressante non lavorare, che farlo. Un generale non può farsi venire la depressione. Che cosa avrebbe dovuto fare Mihajlovic? Nonostante tutti i problemi che ha avuto, è rimasto sulla panchina del Bologna e ha ottenuto anche ottimi risultati”.

Tanti esoneri e qualche errore, Zamparini racconta.

Zamparini chiude la sua intervista parlando dei suoi tanti esoneri con un augurio all’amico De Laurentiis:

“Ho esonerato Spalletti e Zaccheroni, che poi si sono rilevati bravi allenatori. Ne ho scoperto di parecchi nelle categorie inferiori, ma avevano le stimmate dei vincenti. Consigliai a Marotta di prendere Conte. All’epoca non aveva vinto ancora niente, ma si vedeva che aveva carattere. Ci ho visto giusto, anche perché con Conte la Juve aprì un ciclo vincente.

Gattuso? Lo presi al Palermo quando non aveva ancora esperienza in panchina, non so se De Laurentiis lo confermerà o no. Posso solo dire che Aurelio ce la mette tutta per portare il Napoli in alto. A Napoli gli devono volere bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *