fbpx

Bologna-Napoli- Spalletti in conferenza stampa: “Fatto quello che si doveva, non mi è piaciuto il finale. Pensiamo solo a noi”

Spalletti conferenza stampa

L’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, ha commentato in conferenza stampa la gara vittoriosa disputata contro il Bologna

L’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, ha commentato in conferenza stampa la gara vittoriosa disputata contro il Bologna.

Queste le sue parole:

“Per lunghi tratti abbiamo fatto quello che dobbiamo fare. Che bisogna fare del possesso palla, comandare la gara che è la nostra caratteristica. Non siamo una squadra da contrasti. Si fanno i complimenti ai calciatori”.

Sulle occasioni nel finale del Bologna:

“Loro hanno avuto una o due possibilità di andare a far gol, così come noi. Però è la mentalità di andare ad attaccare che è corretta, andando a usare le nostre qualità e andando a far gol anche quando vinci. Da ultimo siamo stati meno aggressivi e ci siamo abbassati troppi, quello non dobbiamo farlo”.

Sul ritorno di Osimhen:

“Ha fatto vedere quelle che sono le sue qualità, a parte che è scivolato troppe volte. Era fondamentale fargli riprendere confidenza con il campo, avergli fatto fare questi venti minuti. Così come è importante riavere Fabiàn, per arrivare nelle prime quattro servono calciatori forti. Di spessore fisico e anche mentale, da reggere l’urto quando si va in contrasto con partite che poi si possono perdere”.

Sulla gara Atalanta-Inter:

“Il Napoli deve andare a giocare le partire senza avere punti di vista su quella che è la classifica. Noi dobbiamo giocare bene ogni partita che ci passa davanti. La gara di ieri (Atalanta-Inter, ndr) fa capire che serve anche metterci il fisico in certe gare, anche andando a soffrire su tutti i palloni. Oggi potevam o soffrire sul piano della statura, perchè è un fattore importante. Ora abbiamo vinto questa gara e pensiamo alla prossima. Non guardiamo in casa d’altri, facciamo il nostro lavoro come fatto oggi”.

Sull’azione del secondo gol:

“Nel finale c’è stato il minutaggio ormai trascorsi e il Bologna alza il livello di lotta. Ti vengono addosso forte, fanno l’uomo contro uomo e su questo noi dobbiamo migliorare perchè non l’abbiamo come caratteristica. Vogliamo giocare nel pulito, ma questo dobbiamo impararlo il primo possibile. Il gol? È stato un bel gol, quella è la nostra qualità”.