fbpx

Maccarone: Spalletti valuterà le condizioni dei calciatori

Spalletti
A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Massimo Maccarone, ex calciatore, tra le tante, dell’Empoli e del Siena
Commento su Inter-Milan? “Quando si vince in modo schiacciante i meriti vanno attribuiti al vincitore, l’Inter, squadra la quale ha sfruttato il momento negativo dei rossoneri. Quest’ultimi sono reduci da un periodo complicato, influenzato dai numerosi infortuni di inizio stagione. Il Milan ha perso alcune certezze importanti, soprattutto per le ultime sconfitte e i tanti stop fisici. Sta facendo fatica in questo periodo, ma complimenti anche ai nerazzurri per il successo e la crescita effettuata”. Sotto la lente d’ingrandimento il mercato del Milan in estate? “Sicuramente è sotto osservazione. Il club è tornato in una grande competizione come la Champions, l’obiettivo primario è proseguire il percorso imboccato. Tuttavia, il Milan deve necessariamente ritrovare le sicurezze perse e la propria autostima per gli ultimi risultati deludenti. Serve l’entusiasmo di Pioli mostrato all’inizio del suo percorso”. Parere sulla situazione in casa Salernitana? “I calciatori credono fortemente nell’allenatore, è stata fatta la scelta migliore. L’anno scorso Nicola ha disputato una grande stagione; anche questo avvio di campionato è stato incredibile, nonostante la sconfitta di Bergamo. L’Atalanta fa raffiche di gol a tutti quando è in condizione… Credo che il ritorno di Davide comunque sia stata la decisione più adeguata”. Con Kvara non convocato, chance per Raspadori con la Salernitana? “Spalletti valuterà le condizioni dei calciatori. Sebbene Jack non abbia fatto bene con la Cremonese, ma credo sia comprensibile che per una volta non abbia sfornato una prestazione positiva. Elmas, tuttavia, si è dimostrato un calciatore affidabile. Il mister deciderà poi di conseguenza, ma aver dato la possibilità ai calciatori meno utilizzati di scendere in campo, è stata la scelta più opportuna”. Hojlund può diventare un top player? “È ancora presto per dirlo, ma è un ottimo giocatore. Ha dimostrato di saper fare grandi cose, tuttavia è necessaria la continuità. Deve proseguire lungo questa scia. Ha spodestato Zapata, ma non va rimosso ciò che ha mostrato il colombiano a Bergamo. L’attaccante danese, tuttavia, ha avuto la possibilità di giocare e l’ha sfruttata”. Zaniolo può ancora esplodere all’estero? “Nicolò è un grande calciatore. Non è mai stato continuo per i numerosi infortuni rimediati; la Roma e l’allenatore hanno sempre intravisto il suo potenziale. A volte, tuttavia, è meglio cambiare aria, si tratta di una decisione personale del calciatore”.