fbpx

Pires: ”Napoli, Il mio pronostico è Arsenal-Valencia in semifinale”

Pires

Pires:  il Napoli vuole giocare sempre a calcio a viso aperto, ha un’ottima rosa con tanti elementi di qualità

Robert Pires, ex calciatore –tra le altre- dell’Arsenal, vincitore in carriera di due Premier League, tre Coppe d’Inghilterra e due Community Shield, oltre che campione mondiale ed europeo con la Nazionale francese, ha rilasciato ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com , in esclusiva, una intervista sul match di ritorno dei quarti di finale di Europa League che il Napoli giocherà, questa sera al San Paolo, contro l’Arsenal.

Queste le sue parole:

Pires, che idea si è fatto del Napoli?

“È una squadra che mi piace molto. Innanzitutto amo Carlo Ancelotti, un allenatore fantastico che ha vinto tantissimi titoli tra Italia, Francia, Germania, Spagna e Inghilterra. Il suo Napoli poi vuole giocare sempre a calcio a viso aperto, ha un’ottima rosa con tanti elementi di qualità”.

La rimonta azzurra è possibile secondo lei?

“Il Napoli potrebbe farcela, soprattutto perché gioca al San Paolo. Il discorso qualificazione è ancora totalmente aperto, non vedo chiari favoriti, ma sinceramente spero che passi l’Arsenal visto che adesso ho riniziato a lavorare per i Gunners (ride, ndr)”.

Dopo il 2-0 dell’andata partite sicuramente avvantaggiati.

“All’Emirates abbiamo giocato bene, è difficile per chiunque affrontarci in casa. Il mio pronostico, nonché il mio augurio, è Arsenal-Valencia in semifinale. Mi dispiace per i tifosi del Napoli e per tutti gli italiani, non me ne vogliate”.

Che partita si aspetta stasera?

“Un’altra sfida emozionante e intensa, l’atmosfera del San Paolo è sempre stupenda. Tutti sanno che i tifosi azzurri sono molto calorosi, sono straordinari nel sostenere la loro squadra. Mi aspetto una sorta di finale anticipata di Europa League”.

Tra Stade Reims, Metz, Marsiglia, Arsenal, Villarreal, Aston Villa e FC Goa, non le sarebbe piaciuto tentare la sorte anche in Serie A?

“Assolutamente sì, mi sarebbe piaciuto molto. A essere onesto, nel 2000 la Juventus mi voleva acquistare dall’Olympique Marsiglia, ma io alla fine scelsi l’Arsenal. La Serie A comunque è un ottimo campionato e l’Italia in generale mi ha sempre fatto impazzire”. Conclude Pires.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.