fbpx

Dalla famiglia Mertens notizie importanti. Ancelotti doveva essere il CR7 del Napoli? Si discute a Radio CRC

Ancelotti gds

Ferrara: Napoli, il fallimento non lo fai in funzione del passato ma rispetto a ciò che si è dichiarato ad inizio stagione. Ancelotti sta rinnegando tutte le prospettive future

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, sono intervenuti giornalisti ed opinionisti per per parlare  della stagione che ha effettuato il Napoli fino ad ora, di Ancelotti e di altro.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net:

Ciccio Marolda: “La stagione del Napoli non è da buttare. Il coro, ieri, sarebbe dovuto essere: si poteva fare di più?”
Ciccio Marolda, Corsport: “Non brinderò a fine campionato ma non posso dire di essere insoddisfatto. Ci sono delle cose che non sono andate ma dire che è un anno da buttare, è sbagliato. Il coro giusto di ieri sarebbe dovuto essere: si poteva fare di più? Il problema nasce già da alcuni anni a Napoli: o condividi ciò che dicono alcuni o sei contro altri. Nel gesto della maglia c’è qualcosa che apprezzeremo più avanti perchè si metterà un punto sul tifo organizzato e certi meccanismi”. 

Liberato Ferrara: “Ancelotti doveva essere il CR7 del Napoli ma ha deluso”
Liberato Ferrara, giornalista: “Nei fatti Ancelotti si è presentato tra l’entusiasmo popolare dicendo che il Napoli avrebbe lottato per lo Scudetto, per la Champions e per un trofeo tuttavia alla resa dei conti, il Napoli è fuori da tutto con 14 punti in meno rispetto allo scorso anno. Il fallimento non lo fai in funzione del passato ma rispetto a ciò che si è dichiarato ad inizio stagione. Ancelotti sta rinnegando tutte le prospettive future; non si sta comportando come garante dei tifosi. La contestazione dei tifosi a Piazza Plebiscito con lo striscione c’è stata perchè si sentono traditi da chi era stato definito come il nostro Cristiano Ronaldo. Insigne ha fatto una scelta con Raiola e non c’è nulla più da dire”.  

Guido Trombetti: “La stagione del Napoli è sufficiente. Spero in una campagna acquisti importanti”
Guido Trombetti, ex rettore Federico II: “Il bello del calcio è che c’è una gamma di possibilità infinita. Con una squadra a fine ciclo, da rifondare, era impossibile pensare di fare meglio. La stagione del Napoli è sufficiente perchè sono arrivati secondi e non era scontato. Mi pare che in giro ci sia un livore verso Ancelotti fuori luogo. Mi auguro una campagna acquisti che ci dia la possibità di combattere fino in fondo. Con Sarri sono arrabbiato perchè ci ha lasciato male; non mi è piaciuto il suo scaricare le responsabilità sulla società”. 

Salvatore Sestile: “Il Giugliano in serie D per arrivare tra i professionisti in breve tempo”
Salvatore Sestile, Pres. Giugliano: “Si guarda al futuro con emozione. Dino Fava è un grande professionista prestato ai dilettanti. Ieri, è stato fondamentale. Per il momento mi godo la gioia di questa promozione ottenuta con sacrifici e la tifoseria del Giugliano ha dimostrato di essere educata e non facinorosa come spesso è stata dipinta. Fava sarà parte integrante del progetto anche se ancora dobbiamo parlare; l’allenatore Agovino è super confermato in serie D. La progettualità del Giugliano è di arrivare nei professionisti in beve tempo”. 

Umberto Chiariello: “Delusione? A little bit…”
Editoradio di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC: “Ferve la polemica perchè De Laurentiis risponde da par suo mettendo a 30 euro il prezzo della curva contro il Cagliari. Dalla famiglia Mertens arrivano notizie importanti. Settimana scorsa Dries aveva detto di essere giocatori normali esaltati da un gioco fantastico; il padre, oggi, dice che c’è a little bit/un po’ di delusione per la stagione del Napoli. Ancelotti ha tenuto in piedi una baracca che poteva sfracellarsi. A me interessa sapere quando arriveranno le vittorie: Ancelotti ha detto che nel suo triennio si vincerà e allora, aspettiamo ma poi, verranno fatti i conti”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.