fbpx

Insigne KO – Affaticamento muscolare nascosto per restare in campo contro la Juve

Italia

Lorenzo Insigne ha lasciato il ritiro della Nazionale per un risentimento al flessore della coscia destra già accusato durante il match Juventus – Napoli

Anche Insigne dà forfait e lascia il ritiro, non sarà in campo per le due gare, in programma domani con l’Armenia e domenica con la Finlandia, valide per la qualificazione agli Europei 2020. Ancora un’assenza importante per il ct Mancini che dovrà fare a meno dell’attaccante napoletano dopo le defezioni di Chiellini, De Sciglio e Cristante.

Ha giocato col fuoco il nostro Lorenzo!

Ecco cosa riporta il Corriere dello Sport nell’edizione odierna“Il Capitano si è arreso alla fine del primo tempo, ma la verità è che il problema è venuto fuori nel riscaldamento. Pur di giocare ha preferito tacere, nasconderlo ad Ancelotti ed al dottore, e marciare sul dolore. Che grinta, che voglia e che cuore azzurro, si: ma che rischio”.

Un’imprudenza che non deve ripetersi. Adesso l’obiettivo da centrare è recuperarlo per la prima gara di Champions contro i campioni d’Europa del Liverpool martedì 17 settembre. Pochi giorni dopo l’esordio casalingo contro la Sampdoria: una partita che nasconde delle insidie, visti risultati delle prime due gare dei blucerchiati.

Occorre fare il il punto della situazione ed agire di conseguenza. Il capitano ha cominciato il percorso riabilitativo al centro sportivo di Castel Volturno dopo la pausa concessa da Ancelotti e verrà valutata la sua condizione giorno per giorno.

Questa volta, niente scherzi, con la Juve a tradirlo è stata la foga, l’irrefrenabile voglia di non saltare una sfida imprescindibile nonché profumata di scudetto. Ma il rischio di inciampare in un infortunio più serio e delicato, per altro consapevolmente, non può più essere corso. A maggior ragione all’alba di una stagione che va indirizzata con i fiocchi sia in campionato sia in Champions“.

Ovviamente i tifosi apprezzano e ringraziano l’amore del nostro capitano nei confronti della maglia. Ma se davvero vogliamo affermarci quest’anno, occorrerà mettere in campo tutte le nostre armi tecniche e tattiche condite da passione e responsabilità dell’impegno che si è preso nei confronti della tifoseria e della città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.