Il Napoli passeggia sul Lecce: al Via del Mare gli azzurri calano il Poker

Il Napoli passeggia sul Lecce: al Via del Mare gli azzurri calano il Poker. Ancora decisivo Llorente con una doppietta

 

Il Napoli passeggia sul Lecce nella quarta giornata di campionato.

Gli uomini di Ancelotti, alla ricerca di conferme dopo lo straordinario match di Champions giocato contro il Liverpool, gestiscono da grande squadra l’incontro.

I giallorossi di Liverani, dal canto loro, se non per una decina di minuti dopo il gol nella ripresa, non riescono ad arginare lo strapotere del Napoli.

Vittoria meritata per gli azzurri che dimostrano di essere maturati tantissimo nella gestione delle partite rispetto alla stagione passata.

Nonostante l’ampio turn over per le energie spese e per i prossimi match che vedranno il Napoli impegnato mercoledì e domenica in casa contro Cagliari e Brescia, i partenopei hanno messo in luce la lunghezza e la squisitezza di tutta la rosa.

Titolari e riserve, se è possibile parlare di riserve, si intendono alla meraviglia e non mancano all’appuntamento quando vengono chiamati in causa.

A farne le spese è il malcapitato Lecce che, ad oggi, sembra ancora poca cosa.

Poca cosa nel campionato, quello di Serie A, nel quale le squadre necessitano di maggiore intensità e qualità per non rischiare di fare brutte figure.

Ad onor del vero, però, bisogna ammetterlo, il Lecce non inizia malissimo, anzi; seppur non con gli esiti sperati, è di Farias il primo tiro dell’incontro.

Dopo il tiro del brasiliano sale in cattedra il Napoli; ci prova Insigne con un tiro a giro sul primo palo, salva Gabriel in corner. Sugli sviluppi del seguente calcio d’angolo Llorente incorna di testa.

Ancora Gabriel!

Il colpo di testa di Fernando Llorente è solo la prova del gol. Al minuto ventotto lo spagnolo è rapido e freddo a sfruttare un rocambolesco rimpallo all’interno dell’area di rigore leccese. Napoli in vantaggio!

Llorente è un pericolo costante per la retroguardia degli uomini di Liverani. Altro colpo di testa, altra insidia. Tachtsidis tocca il pallone con la mano e l’arbitro decreta il penalty.

Sul dischetto va Insigne che si fa ipnotizzare da Gabriel; l’arbitro vede un movimento anticipato del portiere e fa ripetere il rigore.

Al secondo tentativo Insigne è più freddo e porta il Napoli al raddoppio.

La rete del capitano del Napoli chiude il primo tempo.

Nella ripresa Liverani manda nella mischia Petriccione in luogo di Tachtsidis, ammonito e autore di una prova opaca.

Il cambio non ha gli effetti sperati in quanto, al minuto cinquantadue Fabian Ruiz, dalla sua mattonella preferita, lascia partire un tiro dal limite dell’area di rigore che supera l’incolpevole Gabriel sul palo lontano.

Zero a tre, verrebbe da dire “partita chiusa” ma non è così. Ospina ha l’abilità di compiere un miracolo su Majer salvo poi commettere immediatamente un errore in uscita nell’azione seguente.

Travolge un giocatore del Lecce in area di rigore e l’arbitro, dopo aver consultato il Var, decreta la massima punizione.

Sul dischetto va Mancosu che trasforma egregiamente.

Nei dieci minuti successivi al rigore il Lecce mette in leggera difficoltà gli azzurri, ma la sfuriata offensiva giallorossa non produce nulla di positiv.

Al minuto ottantadue il “Re Leone”, Fernando Llorente, sigla la sua prima doppietta con la maglia del Napoli e cala il Poker.

Lo spagnolo è sempre li; l’uomo giusto al momento giusto. Ennesima zampata vincente che di fatto chiude il match.

Il Napoli avrebbe anche l’opportunità di fare Pokerissimo con Lozano prima e Zielinski poi.

Dopo cinque minuti di recupero, forse troppi per il risultato parziale, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Non sufficiente la prova del direttore di gara, il Lecce può recriminare per un doppio giallo mancato ad Elmas.

Al Via del Mare del finisce 1-4.

Il Napoli passeggia sul Lecce ma non c’è tempo per festeggiare. Si riparte subito mercoledì in casa contro il Cagliari!

I tabellini del Match:

Lecce: Gabriel, Rispoli (70′ Benzar), Lucioni, Rossettini, Calderoni, Majer, Tachtsidis (45′), Tabanelli, Mancosu, Falco (64′ Lapadula), Farias

Napoli: Ospina, Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Elmas (73′ Callejon), Fabian Ruiz, Zielinski, Insigne, Milik (72′ Lozano), Llorente (86′ Luperto)

Marcatori: 28′ e 82′ Llorente, 38′ Insigne (Rig.), 52′ Fabian Ruiz, 60′ Mancosu

Ammoniti: 20′ Ghoulam, 36′ Tachtsidis, 37′ Gabriel, 45′ Elmas, 48′ Tabanelli, 52′ Fabian Ruiz

Espulsi: nessuno

🖨

4 thoughts on “Il Napoli passeggia sul Lecce: al Via del Mare gli azzurri calano il Poker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI