fbpx

CdS – Ripresa Serie A: torna di moda l’algoritmo

Ripresa Serie A: torna di moda l’algoritmo

Ripresa Serie A: torna di moda l’algoritmo. L’algoritmo per la determinazione della classifica in caso di definitivo stop della Serie A, senza poter contare sul tempo necessario per la disputa di playoff e playout non è stato accantonato e nel Consiglio Federale di oggi tornerà di moda, visto che la delibera della A in merito al blocco delle retrocessioni verrà respinta. Le società che pensavano di utilizzarlo solo per definire le posizioni valide per la partecipazione alla prossime coppe europee saranno deluse e se si andrà incontro a ricorsi, la FIGC è convinta che il decreto Rilancio la metta in una posizione di forza. A riportarlo è il Corriere dello Sport.

Perché usare l’algoritmo

Un algoritmo potrebbe essere utilizzato qualora la stagione subisse un nuovo stop e non dovesse quindi finire: è quanto ipotizzato dalla FIGC attraverso il ricorso a una formula matematica il cui metodo di funzionamento è stato spiegato in un documento della stessa Federazione. Niente classifiche cristallizzate al momento dell’eventuale nuovo stop ma una proiezione della classifica finale in base alle partite rimanenti che risulterà da una formula. Prima di andare a snocciolare ogni dato però è bene ricordare che se per un motivo o per l’altro, i campionati non dovessero riprendere il 20 giugno, il piano per portare a termine la stagione prevederebbe playoff e playout. Passiamo quindi alla visione e spiegazione della formula algoritmica che si presenta così:

Pt(x) + [(mpc t(x) x c t(z-x)) +(mpf t(x) x f t(z-x))]

Inizialmente si era pensato di aggiungere anche un indice di redditività legato a gol fatti, punti e differenza reti (con un peso ponderato del 10%) ma poi è stato tolto dalla formula in quanto il peso era davvero minimo e averlo o non averlo era pressoché identico.

Come funziona?

Letta solo con simboli e parentesi, la formula sembra un po’ complicata, andiamo a spiegare le singole voci.

  • Pt(x) sono i punti nella attuale classifica
  • mpc t(x) è la media punti casalinghi della squadra considerata. Il dato arriva da: punti fatti in casa diviso partite fatte in casa
  • c t (z-x) è il numero di gare casalinghe che rimangono da disputare della squadra considerata
  • mpf t(x) è la media punti in trasferta della squadra considerata. Il dato arriva da: punti fatti fuori casa diviso partite fatte fuori casa
  • f t (z-x) è il numero di gare fuori casa che rimangono da disputare della squadra considerata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *