fbpx

Giorgia Meloni attacca pesantemente il Premier Conte: “Si vola alto con Mastella Airlines”. Ma qualcuno appoggia ancora Conte, Delrio: “Presidente siamo con lei”

Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia, ha sferrato un duro attacco al Presidente Giuseppe Conte nel discorso alla Camera

Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia, ha sferrato un duro attacco al Presidente Giuseppe Conte nel discorso alla Camera.

“Avvocato Conte, stamattina io mi sono vergognata per lei, non solo per quell’Aiutateci che tradiva la sua disperazione, ma per il mercimonio che ha inscenato in quest’Aula nel tentativo” di darne dignità“. Così la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nelle dichiarazioni di voto sulla fiducia al governo di Giuseppe Conte. “Voliamo alto… con la Mastella airlines”, ha aggiunto.

In uno dei passaggi chiave del suo intervento, Giorgia Meloni ha accusato il premier di trasformismo paragonandolo a un “Barbapapà, un personaggio di un cartone animato degli anni ’70 in grado assumere diverse forme.

E, ancora: “Voi la prima Repubblica la fate rimpiangere: prima c’era sempre la maggioranza cambiando i presidenti del Consiglio, ora si vuole lo stesso presidente del consiglio cambiando la maggioranza. Lei si presentò come avvocato del popolo, ma la gente gli avvocati se li sceglie, lei è un avvocato d’ufficio”.

Dopo l’intervento di Giorgia Meloni, anche altri politici hanno preso la parola durante i lavori alla Camera. Alcuni sostenevano il Presidente Conte, altri, invece, lo contestavano.

Questo l’intervento di Davide Crippa:

“Siamo estremamente preoccupati che una crisi di governo possa pregiudicare la messa in opera degli impegni del recovery: rischiamo di perdere un’opportunità storica per sostenere quel progetto europeista che per la prima volta dopo decenni trova attivazione”. Lo ha detto Davide Crippa, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, nelle dichiarazioni di voto sulla fiducia al governo Conte.

A proposito delle proteste degli studenti in piazza il pentastellato rilancia poi l’appello della ministra Azzolina per porre fine alla didattica a distanza.

“Qui oggi ciascuno di noi può scegliere, se essere quelli che scendono dal tandem, o tra quelli che si mettono a pedalare con più forza di prima. Noi ci schieriamo nel secondo gruppo”. Crippa viene applaudito dal suo gruppo. “Presidente Conte, lei ha la fiducia del M5S. Questo Paese può e deve essere rilanciato”.

Questo l’intervento di Riccardo Molinari della Lega:

“Gli italiani sono di fronte a uno spettacolo disarmante, immondo e indegno: stiamo assistendo a un calciomercato dei parlamentari, con improbabili talent-scout, come Mastella”. Lo ha detto il capogruppo leghista alla Camera, Riccardo Molinari, intervenendo a Montecitorio. “Qualcuno prevedeva di introdurre il vincolo di mandato“, ha aggiunto il deputato, riferendosi al M5S. “Li chiamavate traditori“, dice ancora il leghista.

“La pandemia, ora, diventa motivo per cercare nuovi costruttori e responsabili. Ma i dati sui morti in Italia sono tra i peggiori al mondo, dopo il Messico”, attacca. “Dati alla mano dice rivolto a Conteil nostro modello non è il migliore, siete voi il pericolo per il paese e non chi vi critica”.

“Tante domande sono rimaste senza risposta. Non ci ha risposto sulla cabina di regia del Recovery fund. Forse Italia viva poi aveva ragione quando le chiedeva di lasciare la delega sui servizi segreti”.

“Se lei non ha la maggioranza assoluta si deve dimettere“, ha aggiunto, spiegando che la Lega non voterà la fiducia al governo Conte.

Queste le parole di Delrio:

“Questo è il giorno della chiarezza e della trasparenza: come democratici italiani rinnoveremo a lei e al governo la nostra fiducia, senza dubbio. La scelta di aprire una crisi al buio è un errore grave ed è incomprensibile per i cittadini, perché interrompe il dialogo e il rilancio dell’azione di governo che insieme le forze di maggioranza avevano deciso”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *