fbpx

Sonia Battaglia è morta, poco dopo il vaccino era entrata in coma

Sonia Battaglia morta vaccino

Sonia Battaglia (foto by Facebook)

E’ morta Sonia Battaglia: pochi giorni dopo il vaccino astrazeneca era entrata in coma

Sonia Battaglia non ce l’ha fatta, la 54enne di San Giorgio a Cremano è morta all’ospedale del Mare dove era stata ricoverata in terapia intensiva pochi giorni dopo l’inoculazione del vaccino. Il primo marzo si era sottoposta, infatti, alla prima dose del vaccino AstraZeneca. Il lotto era proprio il “famoso” ABV5811, poi ritirato in tutta Italia. In un primo momento non aveva accusato particolari problemi ma, nei giorni successivi, le sue condizioni erano via via peggiorate. L’emorragia celebrale che l’ha colpita, e il successivo infarto, non provano un collegamento diretto tra il vaccino somministrato e il decesso della giovane mamma e nonna. Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte della cinquantaquattrenne donna. Ricordiamo che è proprio di ieri la notizia della non correlazione tra il vaccino e la morte del bidello di Biella. Anche in quel caso, però, era stato un infarto a rendere vani i tentativi disperati dei medici.

Vaccino Astrazeneca

Lo strazio dei figli e del marito dopo il tutto per tutto di questi giorni

I familiari della donna, da giorni, chiedevano verità ma, soprattutto, si appellavano a chiunque potesse aiutare la donna. Purtroppo le loro speranze sono state vanificate dal decesso della signora Battaglia. Sta di fatto che marito e figli della donna erano già da prima convinti del collegamento tra il ricovero della donna e la somministrazione del vaccino. Infatti le dichiarazioni che rilasciarono all’esterno dell’ospedale del mare non lasciano dubbia a riguardo. “I medici stanno indagando su eventuali patologie pregresse che poteva avere, ma finora è stato escluso tutto. Noi siamo convinti che sia qualcosa scaturito dal vaccino viste le ultime scoperte. Ovviamente nessuno per ora può confermare questa nostra tesi, che non viene comunque neppure esclusa. Mia madre era una donna sana, che non aveva problemi di salute. E’ stata colpita inspeigabilmente da multi-trombosi”. Tra l’altro sempre il figlio della donna, Raffaele Conte, aveva sottolineato il suo scetticismo verso il vaccino in questione già prima che la mamma decidesse di farlo e aveva cercato di dissuaderla. Senza alcun successo, purtroppo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.