fbpx

Covid: Zona Rossa, la Campania verso un’ulteriore settimana “in rosso”

Ancora troppi casi Covid in Campania, per la Regione si prospetta un’ altra settimana in Zona Rossa.

Covid: Zona Rossa, la Campania verso un’ ulteriore settimana.

Ancora casi di contagio da Coronavirus in Campania. La situazione non migliora e quest’ oggi, con molta probabilità, si prorogherà di un’ ulteriore settimana la Zona Rossa, come anticipato dall’ edizione odierna de “il Mattino”.

E’ attesa per oggi, infatti, la nuova ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza.

Come ogni venerdì sono attesi i dati del monitoraggio settimanale sull’ epidemia di Covid in Italia da parte dell’Istituto Superiore di Sanità. Possibile qualche cambiamento di “colore” per alcune regioni, ma non per la Campania dove si proseguirà con le massime restrizioni.

Nessun miglioramento, ecco i dati della Campania che obbligano alla massima allerta.

La Regione presieduta dal presidente Vincenzo De Luca è ancora in testa per casi attualmente positivi, come spiegato dai dati aggiornati al 18 marzo.

Sfiorano infatti i centomila i casi di attuali positivi in Campania, 99559 per l’ esattezza, 1743 ogni centomila abitanti.

Numeri che obbligano il Governo alla proroga della Zona Rossa, almeno per un’ altra settimana, quando, si spera, di poter raggiungere “numeri più accettabili”.

Campania che precede Lombardia ed Emilia Romagna.

La Campania precede (per numero di casi attualmente positivi) la Lombardia e l’ Emilia Romagna (altre regioni a rischio proroga “rossa”).

Prima anche per percentuale di positivi seguita da Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.

Migliorano invece le statistiche in Molise e Valle D’ Aosta che potrebbero vedere il cambio di “colore”.

Si attendono nuove ordinanze da De Luca.

Situazione, questa, che sicuramente spingerà il governatore campano De Luca al rafforzamento delle ordinanze stilate pochi giorni fa.

Continuerà, probabilmente, ben oltre il 3 aprile, la didattica a distanza e oltre il 5 aprile il divieto di spostamenti tra comuni (salvo autocertificazione) e viaggi verso le seconde case.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *