fbpx

CorSera: Sconcerti, critiche alla Nazionale

Barbano

Editoriale sul Corriere della Sera, Mario Sconcerti critiche alla Nazionale: “Ieri è mancato il gioco, Insigne troppo isolato”.

Corriere della Sera: Sconcerti, critiche alla Nazionale.

Buona la prima per la Nazionale di Mancini che ieri a Parma ha iniziato bene il proprio girone di qualificazione ai prossimi mondiali che si terranno in Qatar nel 2022. Battuta, in scioltezza, la non irresistibile selezione dell’ Irlanda del Nord, con un netto 2-0.

Ora sotto con Bulgaria e Lituania rispettivamente a Sofia il prossimo 28 marzo e a Vilnius 3 giorni dopo.

Berardi e Immobile, l’ Italia mette in cascina i primi tre punti.

Non una partita eccelsa per gli azzurri nazionali che con una perla di Berardi e il ritorno al gol di Immobile chiudono comunque il match nei primi 39 minuti.

Secondo tempo leggermente in affanno con i nordirlandesi pericolosi.

Prova sufficiente per il capitano del Napoli, in campo per 86 minuti e la numero 10 sulle spalle, cha ha contribuito con l’ assist per la seconda rete italiana.

Panchina per i partenopei Di Lorenzo e Meret.

“Italia, lo spettacolo può attendere. Il calcio ha perso gioia”, la critica di Mario Sconcerti.

La prova sottotono è stata sottolineata dall’ editorialista de “il Corriere della Sera” Mario Sconcerti che critica la Nazionale nel suo consueto editoriale, nonostante l’ importanza della vittoria:

Passo indietro per Locatelli, Pellegrini perso tra le linea, Bonucci fuori misura, Insigne isolato e Immobile senza squadra alle spalle. Ma è mancato qualunque tipo di gioco, ha pesato più il niente dell’Irlanda che la nostra qualità. L’anno di solitudine ha cambiato il modo di giocare di tutti, c’è un disagio, quello che Prandelli chiama ombra, lo stesso dei ragazzi in DAD. Il gioco si è trasformato in controlli, contagi, diffidenze, fuga dagli altri… L’opposto di come si costruiscono le squadre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.