fbpx

È morto Gianpiero Galeazzi, un’icona del giornalismo sportivo nazionale

È morto Gianpiero Galeazzi

Galeazzi e Maradona

Ci lascia anche “bisteccone” Gianpiero Galeazzi è morto a 75 anni

Gianpiero Galeazzi è morto, aveva 75 anni compiuti ed era malato da tempo. Il giornalista era notissimo nel mondo del calcio ma anche del canottaggio. Famosissime le sue telecronache ai tempi dei fratelli Abagnale che hanno rappresentato un cult per il giornalismo sportivo televisivo. Galeazzi stesso era stato un canottiere da giovane e da lì aveva portato avanti la passione per questo sport. Notissimo anche nel mondo del calcio dove, come presentatore Rai, aveva condotto trasmissioni come 90 minuto e la domenica sportiva. I tifosi napoletani lo ricorderanno per le immagini negli spogliatoi dopo la partita con la Fiorentina che, nel 1987, celebro il primo scudetto degli azzurri. Galeazzi combatteva da tempo contro una grave forma di diabete e da tempo non appariva in trasmissioni televisivo dov’è era spesso gradito ospite.

Muore giusto un anno dopo Maradona, riportiamo qui il suo ricordo per il campione argentino

“Ho seguito Maradona passo passo. Quando Diego se n’è andato ho provato un’amarezza nel cuore, che tutti hanno ancora dentro. Ho il desiderio di onorarlo per sempre. Abbiamo fatto tante interviste negli spogliatoi, specie quella dello Scudetto. Fu un grande momento di giornalismo, lui e i compagni raccontavano il progetto Napoli. Mi presi anche una secchiata da Giordano, che mi mandò a casa tutto bagnato”. Queste le parole di commiato del giornalista dopo la morte dì Diego Armando Maradona  rilasciate ai microfoni di radio Marte