fbpx

Gazzetta su Lobotka: “E’ un altro giocatore rispetto allo scorso anno, il feeling con Spalletti e l’operazione alle tonsille lo hanno aiutato molto”

Gazzetta su Lobotka: “E’ un altro giocatore rispetto allo scorso anno, il feeling con Spalletti e l’operazione alle tonsille lo hanno aiutato molto”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gazzetta su Lobotka: “E’ un altro giocatore rispetto allo scorso anno, il feeling con Spalletti e l’operazione alle tonsille lo hanno aiutato molto a ritornare in forma e perdere peso”

 

 

 

 

 

 

 

Stanislav Lobotka è passato dall’essere una meteora ad una matricola ben affermata. I primi anni a Napoli non sono stati facili per lui, con la gestione Gattuso. Goffo e fuori forma sempre in pratica, ma con Spalletti la musica è cambiata, e dopo aver risolto anche i problemi di salute, è tornato al top della forma.

 

 

La Gazzetta dello Sport ha commentato il cambiamento in positivo di Stanislav Lobotka, che è diventato un giocatore inscindibile per il gioco di Spalletti. Tanta qualità e sicurezza, oltre ad una forma fisica al top, queste le caratteristiche che lo hanno aiutato a ritrovarsi.

Di seguito le parole riportate:


Chi l’avrebbe mai detto? Fino all’estate scorsa era una sorta di Ufo calato su Napoli.
E in molti si interrogavano, anche ironizzando sul fatto che Stanley Lobotka, essendo slovacco potesse essere una sorta di erede di Marek Hamsik, indimenticato capitano azzurro.

Poi con l’arrivo di Luciano Spalletti, e non solo, le cose sono cominciate a cambiare. Lo stesso giocatore ha ammesso che alcuni problemi di salute ne hanno condizionato rendimento e anche peso. Poi l’operazione subita alle tonsille nella scorsa primavera ha sbloccato tutto. Il mediano ha perso diversi chili e, al di là del feeling con Rino Gattuso, lo ha agevolato l’avvento di Spalletti, che già lo voleva tre anni fa all’Inter, ritenendolo funzionale allo sviluppo del suo gioco”.