fbpx

Focus azzurro- Napoli- Rangers: che spettacolo!

Focus azzurro napoli ragners

Napoli rangers

“Focus azzurro” – il consueto punto del giorno dopo: Napoli Rangers

Focus azzurro– Il Napoli vince in Champions una sontuosa partita contro il Rangers 3 a 0 e balza in testa alla classifica nel proprio girone. La banda Spalletti ha retto l’urto della squadra scozzese nella prima frazione di gioco, per poi dilagare nella ripresa grazie a un gioco corale e ai cambi indovinati. Ma adesso soffermiamoci sulle vicende della gara azzurra.

Granitico il muro difensivo formato dalla coppia centrale Rrahmani-Kim.

Recuperato Meret che oltre al talento tecnico riconosciuto dai più, evidenzia anche una personalità che cresce partita dopo partita. Complimenti! Accorti gli esterni bassi Di Lorenzo e Mario Rui. Il capitano è meno brillante di altre partite ma comunque vive e lotta insieme a noi. Dinamico Mario Rui, perde qualche contrasto ma alla fine regala alla formazione una prestazione assolutamente positiva. Granitico il muro difensivo formato dalla coppia centrale Rrahmani-Kim. Il Kosovaro è sempre pronto a rintuzzare le folate delle punte scozzesi e sa essere duro quando la partita lo richiede. Non splende per qualità ma è maledettamente utile e pragmatico. Devastante fisicamente Kim, azzanna tutti gli avversari che gli capitano a tiro e detta legge anche nel gioco aereo. Rimpiazzato splendidamente il Komandante Koulibaly.

Anguissa in questo Napoli è decisamente indispensabile.

Stratosferico l’apporto tecnico- tattico del centrocampo azzurro.Magistrale come al solito la conduzione d’orchestra del maestro Lobotka, prende per mano la squadra e la conduce alla vittoria. Uno dei migliori registi europei in circolazione. Bella anche la partita di Zielinski, sbaglia due rigori consecutivi, ma la sua prova è piena di verve e spunti offensivi che a fine gara lo faranno risultare uno dei migliori della banda di ” Mister Veleno”. Leggermente sottotono Anguissa, che bisogna ammettere ci ha ben abituati, molto meglio in fase di interdizione che in quella di propulsione alla manovra. In questo Napoli è decisamente indispensabile.

Elettrico Kvara che scorazza nelle praterie avversarie

Pungente la prova del comparto avanzato. Arrembante Politano, macina chilometri km su km nella propria fascia d’ appartenenza ed è un pericolo costante per la retroguardia scozzese. Ha il grosso merito di segnare il rigore che sblocca la partita. In questo momento storico è da preferire onestamente a Lozano. Elettrico Kvara, dopo un primo tempo non straordinario, si esalta nella ripresa scorazzando incontrastato nelle praterie avversarie. La sua idea di calcio ha dentro qualcosa di nuovo e di antico, bellissima da osservare e da elogiare. Liineare e determinato Simeone, riesce con il suo gioco a tenere alta la squadra e si conquista anche un rigore, sprecato poi malamente da Zielinski. Affidabile. Reattivi i subentrati Raspadori e Ndombele che impattano la sfida nel migliore dei modi e contribuiscono in maniera determinante alla larga vittoria del Napoli. In definitiva la comitiva Spalletti vince e convince in Europa, dando dimostrazione di uno splendore fisico e tecnico difficilmente riscontrabile nel vecchio continente. La strada intrapresa è quella giusta adesso bisogna solo proseguirla…