fbpx

Milan Napoli 1-2, le pagelle. Simeone decisivo, Rui un gigante

Simeonw

Milan Napoli 1-2, le pagelle

Milan e Napoli sono scese in campo questa sera per il big match della sesta giornata di Serie A.

Il risultato finale è di 2-1 in favore degli ospiti.

Dopo la vittoria ottenuta contro lo Spezia al Diego Armando Maradona ed il successo esterno contro i Rangers di Glasgow (che ha portato i partenopei in vetta alla classifica del girone di Champions a punteggio pieno), la squadra di Luciano Spalletti si conferma tra le più in forma del campionato.

Le pagelle di Milan Napoli

Meret 7 – Convince ancora. Prodigioso su Giroud nel primo tempo, attento su Messias nel secondo. Nulla può sul gol del momentaneo pari.

Di Lorenzo 6 – Quando hai uno come Theo Hernandez come dirimpettaio, la serata si prospetta complicata. Limita i danni al minimo nel primo tempo. Nel secondo soffre.

Rrahmani 6 – Giroud sfugge più volte alla gabbia dei due centrali azzurri. Quando non ci arrivano il kosovaro ed il coreano, ci pensa Meret.

Kim Minjae 6,5 – Il numero 9 francese è il peggior cliente nel gioco aereo. Con qualche difficoltà, ma se la cava egregiamente anche oggi.

Mario Rui 7,5 – Con attenzione e soprattutto senza paura. Non sbaglia nulla. La palla per il 2-1 di Simeone è una delizia.

(Olivera s.v.)

Anguissa 6,5 – Difficile che sbagli partita, il camerunense. E infatti…

Lobotka 7 – La pressione milanista si fa sentire e non gli permette di essere il padrone del centrocampo. Con il passare dei minuti, cala il ritmo e sale in cattedra.

Zielinski 6 – Un’iniziativa nei primissimi minuti e una palla per Politano nel primo tempo. Conferma di essere in un buon momento.

(Ndombele s.v.)

Politano 7 – Suo l’unico squillo partenopeo del primo tempo, con il colpo di testa da posizione defilata parata agevolmente da Maignan. Si prende la responsabilità dal dischetto e fa di nuovo centro.

(Zerbin 5,5 – La scala del calcio pesa. Nella testa e sulle gambe)

Kvaratskhelia 6,5 – Nel primo tempo, Calabria gli sta incollato addosso. Poche iniziative degne di nota, ma fa ammonire sia il terzino che Kjaer: un generatore di ansia. Nel secondo si procura il rigore con uno spunto ubriacante.

(Elmas s.v.)

Raspadori 5,5 – Chiuso nella morsa Tomori – Kjaer, dalla quale non riesce a svincolarsi nemmeno per legare il gioco.

(Simeone 7,5 – Entra e decide la partita al primo cross, con uno stacco imperioso. Avere a disposizione uno spezzone di partita e sfruttarlo nel modo migliore: fatto)

All. Spalletti 7 – Non può dare il supporto dal campo, ma è il suo Napoli.