fbpx

Processo Juve, Moggi: “Penso che ci saranno multe sia da parte della giustizia sportiva che ordinaria. Con Calciopoli tutti si diedero alla fuga ma poi sono tornati”

Luciano Moggi

Processo Juve, Moggi: “Penso che ci saranno multe sia da parte della giustizia sportiva che ordinaria. Con Calciopoli tutti si diedero alla fuga ma poi sono tornati”

Processo Juve, Moggi: “Penso che ci saranno multe sia da parte della giustizia sportiva che ordinaria. Con Calciopoli tutti si diedero alla fuga ma poi sono tornati”

L’ex direttore sportivo della Juventus Luciano Moggi ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Dopo una mia intervista a Report Lepore, capo del Pool di indagini di Napoli, mi diede ragione: l’inchiesta doveva essere fatta a 360 gradi. Invece questo non accadde perché l’analisi delle intercessioni si fermò alla Juventus. Perché non approfondirono l’intercettazione Galliani-Meani in cui si parlava del dossier presentato a Letta dopo Milan-Chievo? Adesso sta accadendo allo stesso modo. Con Calciopoli tutti si diedero alla fuga ma poi sono tornati. Sul falso in bilancio assolutamente. Penso che ci saranno multe alla Juve sia da parte della giustizia sportiva che ordinaria. Sicuramente avranno sbagliato qualcosa se c’è di mezzo anche l’ordinario. Gravina poi ieri ha detto che potevano andare di mezzo anche altre società”.

Moggi a Radio Crc

L’ex dg della Juventus e del Napoli, Luciano Moggi, attraverso le frequenze di Radio Crc, ha poi evidenziato il suo punto di vista sulla squadra partenopea: “Il vantaggio del Napoli è tanto, se dovesse fallire contro l’Inter e poi contro la Juve potrebbe rimettere in gioco le speranze delle avversarie“. Inoltre, Luciano Moggi, ha aggiunto: “L’unica cosa che giova a favore delle avversarie è l’esperienza dei singoli. Ho visto molto bene Zielinski che negli anni passati non faceva così bene, Kim è una grande scoperta del ds azzurro sul mercato“.

Ha sostituito Koulibaly con scioltezza e credo che il Napoli non abbia bisogno di fare mercato a gennaio perché ha la squadra titolare ed i sostituti. Giuntoli? Non ha fatto bene ma di più. C’è solo da aspettare gli eventi“. Ha concluso l’esperto dirigente ex Napoli e Juventus ai microfoni di Radio Crc.