fbpx

Bergonzi: Gli arbitri hanno sfornato ottime performance

Bergonzi
A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto l’ex arbitro internazionale Mauro Bergonzi, attuale moviolista Mediaset
Parere sull’arbitraggio di Roma-Fiorentina? “Guardavo la partita e mi immedesimavo in Giua, il quale ha mostato tanta personalità. Tuttavia, in tutte le circostanze nelle quali fischiava, era intralciato dai giocatori della squadra di casa”. Strategia della Roma? “Non ho informazioni tali, ma credo di sì. I calciatori giallorossi sono abituati a questo atteggiamento sbagliato, il quale condurrà a probabili conseguenze. I direttori di gioco dovrebbero difendersi da questa condotta, ci saranno sicuramente dei provvedimenti. In questo weekend, tuttavia, gli arbitri hanno svolto un ottimo operato. Se si considera la gara di venerdì, il Napoli è stato sontuoso con la Juve. In circostanze simili, l’arbitro fa di tutto per non intralciare l’andamento della sfida. Che superiorità da parte degli azzurri”. Alcuni interventi di gioco però possono indurre all’errore… “Nelle situazioni gestibili sul terreno di gioco è possibile che si possa chiamare “a lupo a lupo”. Vedi Fazio ieri con la Salernitana, quando ha commesso il fallo del rigore. In quella situazione è intervenuto il Var, ed è stato poi assegnato il rigore, ma il difensore ha protestato per quella decisione. Per quale motivo, se si considera che l’intervento è stato commesso in area di rigore? Alcuni calciatori non sono ancora abituati a questa tecnologia. Alla fine di alcune partite degli arbitri sono esausti, a volte la direzione di gioco è particolarmente pesante. Un invito alle squadre a calmarsi; ho vissuto e frequentato questo ambiente ed è necessario darsi una regolata, perché altrimenti si riscontrano difficoltà evidenti. Quest’anno la lotta per qualificarsi alla Champions sarà pazzesca: i direttori di gioco potranno essere all’altezza, soltanto se non subiranno particolari pressioni”. Episodi particolari da segnalare? “Gli arbitri hanno sfornato ottime performance. In Torino-Spezia, è stato effettuato un arbitraggio convinto e deciso. Ghersini si è comportato bene, è sembrato particolarmente deciso, ha preso delle decisioni convinte. Teniamo nel cassetto questo weekend arbitrale decisamente positivo”. Approccio dell’arbitro in partite tennistiche come Atalanta-Salernitana? “Quando ci sono risultati così eclatanti, bisogna essere prudenti e prevenire alcuni interventi scorretti da parte di determinati calciatori. L’arbitro esperto dovrebbe conversare con i giocatori, è necessario che sia applicato un regolamento alla mano, ma allo stesso tempo in modo sensibile e razionale. La sensibilità e il buon senso sono delle qualità da applicare costantemente, poiché è conveniente essere intelligenti per comprendere le dinamiche di specifiche situazioni”.