fbpx

ESCLUSIVA – Alla scoperta della Nazionale di calcio del Regno delle due Sicilie: appartenenza e sogni da realizzare verso il Mondiale 2024

In un mondo dove il denaro e le opportunità fanno spesso da padrone non lasciando spazio ai valori e ai principi, c’è ancora modo di emozionarsi raccontando una bella storia di sport. È quella della Nazionale di calcio del Regno delle due Sicilie, una splendida realtà che ha raggiunto un grande traguardo: la qualificazione al mondiale 2024 CONIFA in Kurdistan.

A ogni appassionato di calcio si legano indissolubilmente i ricordi sin da bambini legati alla Nazionale di calcio, le cui gesta passate e presenti riecheggiano negli anni al di là delle generazioni. Il grande senso di appartenenza sotto un’unica bandiera fa sì che ci sentisse rappresentati e riconosciuti nelle più grandi manifestazioni, dai Mondiali agli Europei fino alla più giovane Nations League. Non tutti sanno che oltre alla Nazionale italiana c’è un’altra blasonata Nazionale di calcio fortemente identitaria con il meridione: è quella del Regno delle due Sicilie, che rappresenta il Sud Italia nelle competizioni CONIFA. Guidata dal presidente e fondatore Massimo Amitrano, vanta risultati sportivi già molto importanti con numerosi ex calciatori anche di serie A, B e C che ne prendono parte con un sogno realizzato: partecipare al Mondiale 2024 CONIFA in Kurdistan.

Le presenze di lusso per il cammino della Nazionale

L’attuale cammino della Nazionale del Regno delle due Sicilie è costellato da numerose partite importanti e presenze di lusso. Si è iniziato da svariati incontri di beneficenza dove l’impegno del Regno delle due Sicilie si è rinnovato non solo all’insegna del calcio e dell’ambizione sportiva ma altresì per valorizzare, promuovere e sostenere il Sud Italia tutto. Si tratta infatti di un sodalizio sportivo ma anche culturale e sociale partecipando agli impegni CONIFA insieme a 60 squadre di 5 continenti diversi. Tra i vari atleti che ne hanno indossato la casacca figura Emanuele Calaiò ex attaccante del Napoli, gli ex difensori azzurro Fabiano Santacroce e Nicola Mora insieme a Raffaele Imparato ex Salernitana e Perugia. Immancabili gli esterni Luca Natale Imbroinisi ex di serie C e categorie estere come Svizzera e Slovenia in serie B e Mario Ferri detto il Falco con presenze anche in Conference League. In attacco convocati anche Nassim Mendil ex Salernitana e Avellino insieme a Vincenzo Margiotta ex Agropoli e Santa Maria Cilento.

Il cammino della Nazionale del Regno delle Due Sicilie

Le prime gare ufficiali si sono tenute contro la Nazionale dell’Isola d’Elba che ha preceduto le partite di qualificazione di Coppa del Mondo 2024 CONIFA contro Ciamuria e Transilvania Ungherese. Il sogno infatti da raggiungere, era quello di partecipare alla prossima blasonata competizione internazionale che si terrà in Kurdistan, scalando sempre di più le posizioni del ranking mondiale ed europeo. Nelle scorse settimane altra vittoria per la Nazionale del Regno delle Due Sicilie che ha battuto 2-1 la Nazionale del Canton Ticino che rappresenta la Svizzera italiana, gara disputata allo Stadio Vitiello di Scafati. Le reti sono state di Marrazzo e Pasqua, confermando l’ottimo momento della rappresentativa che ha strappato a novembre il pass per disputare il prossimo entusiasmante Mondiale CONIFA. Un momento storico per la Nazionale di calcio del Regno delle due Sicilie che si gode così un incredibile magic moment. E si è solo all’inizio.

Lo staff tecnico e gli obiettivi futuri

Gli ottimi risultati della Nazionale delle Due Sicilie derivano non solo dal talento e l’esperienza dei calciatori in rosa ma anche dalla professionalità dello staff tecnico a disposizione. Lo stesso è formato dal ct Ludovico Lanzilli, Mario Guastafierro come Direttore Tecnico e dal Dottor Paolo Carpiniello come Preparatore Atletico, Responsabile Area Medica e Mental Coach.  A parlarci del futuro della Nazionale di Calcio del Regno delle Due Sicilie è il presidente e fondatore Massimo Amitrano: “Ringrazio tutti i campioni, artisti e professionisti che questa stagione sono stati a disposizione con la nostra Nazionale All Star così come i ragazzi che stanno disputando le gare per la qualificazione dei Mondiali Conifa al quale parteciperemo. Il nostro percorso è stato bellissimo, abbiamo giocato in Transilvania e anche il 2024 proseguirà con partite ed esperienze avvincenti. In quest’anno inizierà il progetto della Nazionale Femminile e dell’Under 21, proseguendo con le cantere che ci rappresenteranno a livello mondiale. Ogni anno è sempre più bello e impegnativo per la nostra Nazionale ma sono felice per noi e per tutto il movimento delle due Sicilie, per ciò che vi ruota intorno. Siamo sempre in contatto con gruppi e amici che rappresentano le 7 regioni del Sud in tutti i continenti e la nostra Nazionale presto giocherà ovunque nel mondo, lavorando sempre con umiltà e ambizione”.

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alla scoperta della Nazionale di calcio del Regno delle due Sicilie immagini