fbpx

Focus azzurro-Empoli:Napoli-La triste stagione

Focus Azzurro-Empoli:Napoli-La triste stagione-La consueta rubrica del giorno dopo

La triste stagione-La comitiva Calzona perde l’ennesima partita in trasferta contro l’Empoli per uno a zero, non riuscendo a cambiare la tendenza di marcia alla propria stagione fallimentare. Il Napoli ad Empoli ha giocato una bruttissima partita, per colpa di una difesa  improponibile, un centrocampo lento e svagato e con un attacco che ha perso la sua peculiarità principale e cioè quella di pungere. Quindi si avvia ad andare sulla graticola anche il terzo allenatore consecutivo, al secolo Mister Calzona, che non è  riuscito a dare una sterzata alla deprecabile stagione del Napoli. La squadra azzurra in definitiva ha giocato un campionato veramente da brividi! Ma ora soffermiamoci sulle dinamiche  della gara azzurra. Buona la prova di Meret, che presidia attentamente la propria porta per tutto l’incontro. Il portiere azzurro è francamente esente da colpe, nell’occasione della rete toscana.

Estremamente negativa la partita degli esterni bassi Di Lorenzo e Natan.

Il Capitano continua la sua difficile  stagione, non riuscendo mai nel corso della gara ad essere decisivo, sia in fase di contenimento che in quella di propulsione. Da dimenticare la prestazione del brasiliano Natan, che schierato dopo moltissimo tempo da titolare perde completamente la bussola, giocando in modo confusionario ed impreciso. Calciatore assolutamente inadatto per rimpiazzare il feroce coreano Kim! Deprimente la gara della coppia centrale napoletana, formata da Ostigard e Jesus. Ostigard viene completamente risucchiato dalla pessima prestazione del settore difensivo, commettendo errori grossolani che ne segnano la gara. Brutta la partita di Jesus, che non anticipa mai gli attaccanti toscani, seminando il panico nel proprio comparto.

Evanescente l’apporto del centrocampo partenopeo.

Frastornato Anguissa che vaga come un anima in pena sulla mediana napoletana, continuamente infilzato dal centrocampo avversario. Non pervenuto Zielinski, che continua nella sua fase involutiva stagionale. Molto probabilmente perché il polacco, si sente ormai lontanissimo dal progetto azzurro. Mediocre la partita del Mago Lobotka, che è l’unico in alcuni frangenti a portare la croce a centrocampo. Ma Lobo però sbaglia anche troppi passaggi, cosa che non ti aspetti  da un calciatore del suo calibro. Comunque Lobotka dovrà essere un giocatore fondamentale, per la futura restaurazione partenopea!

La triste stagione-Fiacca e spuntata la gara della linea avanzata.

Impalpabile Politano che cerca inizialmente di sparigliare le carte, ma ci mette poco a capire che i compagni di cordata non lo seguono. L’esterno finisce per immalinconirsi sulla fascia, senza mai essere impattante sulla gara. Abulica la partita di Osimhen, che sbatte il muso ripetutamente contro la rocciosa difesa avversaria, senza essere veramente pericoloso. Inconcludente Kvara che non trasmette la giusta adrenalina all’attacco azzurro. Francamente non determinante il contributo  dei subentrati. Concludendo quindi il Napoli di Calzona continua la propria discesa agli inferi, rovinando ancora una volta il pomeriggio ai propri tifosi. In questo momento storico seguire e commentare la partita del Napoli sta diventando un vero e proprio incubo! Lo strepitoso scudetto vinto solamente un anno fa’, appare ormai un lontanissimo ricordo. Adesso non rimane che onorare le ultime partite rimaste e dedicarsi poi anima e corpo alla sacrosanta ricostruzione della squadra…