fbpx

Pedullà su Milik, Napoli-Salisburgo e calciomercato

Napoli Milk as calemme

Pedullà: Napoli-Salisburgo? Ultimi 15′ difficili. Peraltro il Napoli ha sprecato vari gol, potevi stare 5-0 e invece hai rischiato il 3-1. Milik? Non si discute, non lo si doveva fare anche quando se ne parlava male

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alfredo Pedullà, giornalista ed esperto di calciomercato. Con lui si è parlato della gara di ieri ma anche, appunto, di mercato, di Milik, Giuntoli e Callejon:

“Napoli-Salisburgo? Ultimi 15′ difficili. Peraltro il Napoli ha sprecato vari gol, potevi stare 5-0 e invece hai rischiato il 3-1. Milik? Non si discute, non lo si doveva fare anche quando se ne parlava male. Senza i suoi infortuni avrebbe già completato la definitiva consacrazione. Le critiche a Insigne? Questo è il mondo dei risultati, la via di mezzo non esiste. Credo che si tratti di un finto problema.

Belotti o Immobile? Ogni anno la Lazio dovrebbe smobilitare ma fare le trattative con Lotito non è semplice. Sul giocatore del Torino è possibile, ma alle condizioni di Cairo. Sicuramente è più facile venga ceduto lui. Ola Aina? Si tratta di un buon giocatore, il Torino ha fatto un grande mercato. Deve crescere in una delle due fasi ma il Napoli potrebbe fare di meglio.

Giuntoli resta? Dipende da lui, penso voglia rimanere. Si è creato un feeling importante anche con Ancelotti. Mi sorprenderei se non restasse, non credo gli convenga andare a Roma perché non sarebbe un salto di qualità. Callejon? Sarà ancora un tassello del Napoli, dà sempre tutto. Rischio Reina bis? C’è il rischio che qualcuno gli offra più soldi e che faccia una scelta senza dover essere titolare. Mario Rui? Grande interprete del ruolo, giocatore continuo. Chiesa? Una tariffa che aumenta sempre di più, c’è poi una concorrenza enorme. Conclude Pedullà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.