fbpx

L’Italia a valanga sul Liechtenstein. Gli uomini di Mancini sono primi nel girone di qualificazioni Euro 2020

Dopo aver superato l’ostacolo Finlandia, l’Italia travolge 6-0 il Liechtenstein nella seconda giornata delle qualificazioni a Euro 2020. Sensi apre le danze con un colpo di testa e Verratti raddoppia con una pregevole azione personale, poi Quagliarella fa doppietta su rigore e diventa così il marcatore più anziano nella storia della Nazionale azzurra. Il Liechtenstein resta in dieci per l’espulsione di Kaufmann e nella ripresa crolla sotto i colpi di Kean e Pavoletti, appena entrato al posto di Quagliarella, al quale il pubblico del Tardini regala una standing ovation. Nella ripresa entra anche Zaniolo che non riesce a segnare e la notte dei record rimane solo per Kean dopo aver segnato con i finnici ora anche a Parma con la Nazionale italiana. Azzurri primi da soli nel girone in quanto la Grecia nel finale è riuscita a pareggiare con la Bosnia rimasta in dieci.

Al 72′ arriva il debutto in azzurro per Pavoletti che prende il posto di un applauditissimo Quagliarella e quattro minuti dopo lo stesso Pavoletti segna il 6-0: colpo di testa parato dall’estremo difensore avversario, poi insacca la respinta. Al 78′ esce capitan Bonucci, fischiato dal pubblico, per fare spazio al debuttante Izzo. Nei dieci minuti finali non succede nulla di rilevante e l’Italia conquista la vittoria senza alcun problema. Italia prima quindi nel suo girone ma a giugno incontrerà le due dirette contendenti per la leadership del girone: Bosnia e Grecia.

Intanto con la doppietta al Liechtenstein Fabio Quagliarella, a 36 anni e 54 giorni, diventa il bomber più “anziano” ad aver segnato con la maglia azzurra. L’attaccante della Sampdoria riscrive la top 5 dei gol più vecchi di sempre, scalzando Christian Panucci. Un altro record per il capocannoniere della Serie A, che continua a stupire anche con l’Italia.

1 thought on “L’Italia a valanga sul Liechtenstein. Gli uomini di Mancini sono primi nel girone di qualificazioni Euro 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre − due =