fbpx

Di Gennaro: ”Roma? Il Napoli non regalerà niente, dovrà preparare al meglio l’Europa League”

Di Gennaro radio marte

Di Gennaro: il Napoli non regalerà niente alla Roma perchè dovrà preparare al meglio l’Europa League. Schick con Dzeko? Non ce li vedo insieme

Antonio Di Gennaro – opinionista ed ex giocatore – su MC Sport ‘Live Show’ per parlare di alcuni calciatori di serie A e del big match che si giocherà domani all’Olimpico tra la Roma ed il Napoli.

Queste le sue parole:

Su Kean:
“È il suo momento, è decisivo: Allegri avrebbe potuto metterlo anche prima. È un predestinato. Ronaldo può guarire con calma (ride, ndr).

Sull’Empoli:
“Sarebbero serviti due difensori di esperienza a gennaio. L’ Empoli gioca un buon calcio ma ha fatto troppi errori e in A non te lo puoi permettere. Ci sta perdere contro la Juventus, ma per come si era messa avrebbe potuto sperare qualcosa di più. Andreazzoli dovrà lavorare ancora, è dura”.

Un commento sull’errore di Donnarumma contro la Sampdoria?
“Strano, quest’anno la continuità è stato il suo pezzo forte. Già nel derby, sul cross del primo gol di Vecino, avrebbe potuto fare meglio ma ci può stare”.

Icardi non è stato convocato…
“Pensavo venisse convocato, sarebbe servito, anche a gara in corso. Non so se ci sia stata qualche ruggine con Spalletti. Senza un vero centravanti gli inserimenti dei centrocampisti possono fare la differenza. Non sono ammessi più passi falsi, domani affronterà la Lazio che è una squadra vera. Inzaghi ha recuperato anche giocatori importanti come Luis Alberto e Milinkovic e Correa si è inserito al meglio”.

Ultima chiamata per la Roma col Napoli?
“Quasi. Non dico che possa cambiare la stagione, ma un’eventuale vittoria domani darebbe nuova linfa alla squadra oltre che riportare serenità alla piazza romana. I problemi relativi allo stadio possono incidere. Schick con Dzeko? Non ce li vedo insieme. Il Napoli non regalerà niente, dovrà preparare al meglio l’Europa League”.

Oggi altra doppietta per Balotelli…
“Kean è cresciuto, Quagliarella sta bene, Immobile è arrabbiato e poi c’è Pavoletti, che ci può stare. La Nazionale viaggia, non aspetta. Mancini non chiude la porta a nessuno, sta a Balotelli convincerlo”. Conclude Di Gennaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.