fbpx

Se il Napoli non vince l’Europa League, è un fallimento? Ancelotti merita fiducia, ma il credito è finito: si discute a Radio Crc

Ancelotti

Vendemiale: se il Napoli non vince l’Europa League, è un fallimento. Ancelotti? Se ci fosse un altro allenatore, l’esonero sarebbe vicino

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione  in onda su Radio CRC, sono intervenuti opinionisti e giornalisti per parlare del Napoli, del Var e della sfida di Europa League che la squadra azzurra dovrà sostenere contro l’Arsenal.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net

 Ciccio Marolda: “Il problema vero è il centrocampo del Napoli. La mancanza di Hamsik si sente tanto”

Ciccio Marolda, CorSport: “La macchina del Napoli non va benissimo. Credo ci siano degli errori soprattutto al centrocampo, troppo indebolito. Il problema vero è che ne hanno ceduti due. La cessione di Hamsik andava fatta ma doveva essere sostituito. L’Arsenal ha dei numeri strani, in casa fortissimo mentre fuori subisce. L’importante è non prendere imbarcate perchè altrimenti non se ne esce”. 

Luca Marelli: “Rizzoli ammetterà l’errore ma non dovrà chiedere scusa a nessuno. Il problema sono alcuni falli di mano, non il Var”
Luca Marelli, ex arbitro: “Rizzoli non chiederà scusa a nessuno ma ammetterà l’errore commesso da Fabbri. Gli arbitri sono esseri umani. Fabbri ha sbagliato tutta la partita dall’atteggiamento generale a certe ammonizioni. Ha affrontato la partita come se fosse un’amichevole e non poteva permettersi di farlo. E’ un arbitro inesperto e questi ragazzi bisogna formarli per i big match ma questi errori non sono giustificabili. l’anno prossimo Pasqua verrà provato nella prima parte della stagione; deve asciugarsi un pò però è tecnicamente eccezionale. Non è vero che non si capisce nulla con il Var ma solo su alcuni falli di mano. Pensare che Sturaro potesse restare in campo è follia. Non si troverà mai una soluzione approvata da tutti. Abisso si deve riprendere dagli ultimi avvenimenti. E’ un buon arbitro e deve migliorare sulla comunicazione”.

Lorenzo Vendemiale: “Se il Napoli non vince l’Europa League, è un fallimento. Ancelotti? Se ci fosse un altro allenatore, l’esonero sarebbe vicino”
Lorenzo Vendemiale, giornalista: “La mia è una provocazione. Ancelotti non è da esonerare ma se ci fosse stato un altro allenatore senza la sua aura, di sicuro, qualcuno avrebbe iniziato a notare la differenza di punti del Napoli dell’anno scorso dove si è sfiorato lo scudetto mentre quest’anno no. Non è una critica ad Ancelotti piuttosto una mossa preventiva di De Laurentiis per attutire il cambio di allenatore. Una semifinale di Europa League non vale quanto una semifinale di Champions League. Se il Napoli fosse uscito dalla Champions contro il Psg, nessuno avrebbe avuto da ridire ma con la Stella Rossa si è buttato via. Se il Napoli non vince l’Europa League si può parlare di fallimento. Il Napoli è di gran lunga la seconda forza del campionato e le altre non sono proprio pervenute. Al di là di qualsiasi griglia e delle opinioni degli esperti, conta la classifica dell’anno scorso”. 

Giuseppe Bruscolotti: “Il Napoli è messo male. Contro l’Arsenal sarà arroccato ma pronto a ripartire”
Giuseppe Bruscolotti, ex Napoli: “Il Napoli è messo un pò male. Ciò preoccupa perché c’è un traguardo in corsa. Di solito, i campioni staccano e poi, riescono a dare tutto nelle partite che contano. L’allenatore solo dalle facce dei suoi giocatori comprende la loro voglia di giocare. Credo che anche i giocatori abbiano accumulato un pò di rabbia per le ultime prestazioni scialbe. Koulibaly è un grande giocatore ma non può fare sempre bene. Guardando lo spessore di Arsenal e Napoli, non vorrei pensare al peso politico dell’arbitro designato. Sicuramente sarà un Napoli concentrato, arroccato e pronto a ripartire tuttavia bisogna fare attenzione alle aperture perchè ultimamente il Napoli prende goal proprio in queste situazioni”. 

Oscar Damiani: “Radu è equilibrato e potrà diventare un  titolare dell’Inter”
Oscar Damiani, agente Ionit Radu: “Radu non gioca a flipper. Mi piaceva essere chiamato così per la velocità; ogni tanto andavo anche in tilt. Radu ha una storia pazzesca e ha fatto dei grandi progressi; ha sempre avuto delle doti importanti. Francamente, non mi piace fare classifiche. La carriera dei giovani portieri dipenderà dalla loro tenacia e perseveranza; Radu questo ce l’ha. I grandi portieri devono imparare anche dai loro errori. Castellini è il portiere che ha cresciuto Radu e mi dice che la sua forza è straordinaria. Potrà diventare titolare dell’Inter. Una delle sue qualità migliori  è l’equilibrio, non perde mai la testa. Ozil è forte ma non sono un suo grande estimatore. L’Arsenal è forte ma forza Napoli”. 

Umberto Chiariello: “Ancelotti merita fiducia, ma il credito è finito”
Edito-radio di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC: “Non ci siamo. Giocare un’ora con l’uomo in più e contro una squadra disastrata e con molti uomini fuori. Questo Napoli, poi, veniva da una sconfitta contro l’Empoli. E’ tutto il girone di ritorno che il Napoli perde e ha fatto pochissimi punti. Vedendo che dietro nessuno corre, ha staccato la spina. Ma può bastare? Basterà se arriverà la qualificazione contro l’Arsenal. Se ciò non accadrà, non sarà una stagione memorabile eppure il secondo posto è un valore. Un allenatore preso per le sue qualità, non può non tenere sulla corda una squadra ed è anche colpa sua. A Napoli, non ci mettono molto a scendere dal carro del vincitore”. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.