fbpx

Sconcerti: ”Ancelotti? Quello che non è andato deve spiegarcelo lui”

Carlo Ancelotti lettera

Sconcerti: Vorrei sapere, senza alcune polemica, perché il Napoli sia arrivato al momento decisivo nella peggior forma possibile

Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo sportivo italiano, su MC Sport ‘Live Show’parla del Napoli, della Juve e di Ancelotti

Una cartolina per l’ottavo Scudetto della Juventus?
“Campionato straordinario della Juventus, ordinario per tutte le altre. Mi ha fatto piacere che oggi la gente a Torino abbia capito e abbia festeggiato il traguardo. Questo record bianconero lo capiremo col tempo, quando ci renderemo conto di quanto fatto. Forse dovranno passare secoli per essere superato. Da domani è un anno uno, si chiude un’epoca”.

Allegri rimarrà al 110%? È anche in scadenza...
“Non è da Juventus e da grande squadra iniziare con un allenatore in scadenza. Secondo quanto detto, sia da Agnelli che da Allegri, il contratto verrà rinnovato”.

La corsa Champions:
“Sono squadre imperfette, i punti di distacco sono quindi più pesanti. Serve una grande improvvisazione domenica per domenica. È difficile continuare a giudicare, ci sono tanti scontri diretti. Il Torino è meno forte delle altre, ma è più squadra”.

Torino squadra rivelazione?
“Sono d’accordo, bisogna fare i complimenti alla società che ha costruito negli anni. Mazzarri ha confermato di non sbagliare mai stagione, è una sicurezza: se gli dai una squadra da 8° posto te la porta al 5°. Non c’è dubbio che riesca a far dare il massimo dai suoi giocatori”.

Cosa potrà fare Ancelotti?
“È alle prese con diverse situazioni nuove. È la prima volta che non va in una squadra favorita, quello che non è andato deve spiegarcelo lui. Vorrei sapere, senza alcune polemica, perché il Napoli sia arrivato al momento decisivo nella peggior forma possibile”.

Sulla lotta salvezza:
“La SPAL non è mai stata coinvolta, è di un’altra categoria. Una delusione, in questo senso, è l’Udinese. L’Empoli mi sembra la meno adatta a questo tipo di situazione: è molto dolce e carina ma servirebbe qualcosa di diverso. Ha fatto molto bene Mihajlovic a Bologna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.