fbpx

Insigne e Raiola affronteranno De Laurentiis per chiedere uno sconto sul cartellino. Ecco i dettagli

Raiola gds

Ancelotti non ha fatto sconti al capitano: la sostituzione di Insigne, dopo l’errore sotto porta con l’Arsenal, ne è la prova. E anche la scelta di lasciarlo in panchina per novanta minuti con l’Atalanta è la testimonianza del fatto che il tecnico azzurro può fare a meno di Insigne

Secondo l’edizione odierna de ‘Il Mattino’, il rapporto tra Lorenzo Insigne e Carlo Ancelotti si è incrinato a causa di un utilizzo che non si confà alle caratteristiche tecniche del capitano del Napoli. Al termine del campionato è previsto un incontro tra Mino Raiola e Aurelio De Laurentiis per limare le richieste del patron. Troppi 100 milioni per qualsiasi club interessato all’attaccante azzurro.

Questo quanto riporta il quotidiano:

“Non saranno queste cinque giornate a cambiare il destino: Insigne e Raiola si incontreranno per affrontare De Laurentiis e chiedere uno sconto sul cartellino.

Nessuno pagherà 100 milioni per il capitano del Napoli: il Napoli pensa di abbassare le pretese? De Laurentiis dirà di no. Ma forse è solo una tattica di mercato. Ma c’è anche una questione tecnica che spinge verso l’addio: Insigne non vuol fare la seconda punta, vuol tornare a giocare largo come con Zeman e Sarri. E Ancelotti non pensa a un 4-3-3 per far contento Lorenzo.

Carlo non ha fatto sconti al capitano: la sostituzione dopo l’errore sotto porta con l’Arsenal ne è la prova. E anche la scelta di lasciarlo in panchina per novanta minuti con l’Atalanta è la testimonianza del fatto che il tecnico azzurro può fare a meno di Insigne. Che di questa squadra ha la fascia, non è uno come tanti. Ma Ancelotti sta trattando proprio come uno dei tanti: senza guanti di velluto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.