fbpx

De Laurentiis deve essere sincero con i tifosi. Curva A e Curva B contro il Napoli: il tutto a Radio CRC

De Laurentiis

Grimaldi: il contenuto dei 3 striscioni sequestrati dalla DIGOS di Napoli sono solo indicatori di un clima che non segna tranquillità nella tifoseria. L’ultimo aggiornamento in esclusiva che vi posso dare riguarda l’assenza di indagati

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, sono  intervenuti vari opinionisti e giornalisti per parlare del Napoli, delle contestazioni alla società delle Curve e di altro.

Questi i loro interventi riportarti da casanapoli.net:

Giovanni Capuano: “De Laurentiis deve essere sincero con i tifosi. Al momento non c’è una visione chiara per la squadra e non deve risponderne Ancelotti “
Giovanni Capuano, Radio24: “De Laurentiis è stato un grande presidente per il Napoli basta ricordarsi da dove l’ha preso e dove l’ha portato. Non so se sarà, da oggi, un grande presidente perchè credo che la sua parabola stia per esaurirsi. Ha un unico obbligo, ovvero la sincerità verso i tifosi. Non è Ancelotti a dover rispondere ma proprio il presidente che dovrebbe spiegare il progetto dei prossimi 5 anni. A Napoli non si vede una vision e i napoletani se ne stanno accorgendo. La politica comunicativa condotta negli ultimi due anni da De Laurentiis è stata strumentale nell’immediato e non a lungo termine perchè ha fatto perdere la bussola a tutti. I 91 punti di Sarri sono stati il tentativo estremo di regalare qualcosa di storico alla gente ma era evidente che in estate bisognava riprogettare tutto. Ciò non è stato fatto nonostante Ancelotti sia stato presentato come il Cristiano Ronaldo del Napoli. Senza una squadra e dei giocatori funzionali a questo allenatore non si è ottenuta una stagione all’altezza delle aspettative”.

Giuseppe Crimaldi: “Curva A e Curva B del Napoli contro la società. Per gli striscioni esposti non ci sono indagati ma la situazione non è tranquilla”
Giuseppe Crimaldi, Il Mattino: “Il contenuto dei 3 striscioni sequestrati dalla DIGOS di Napoli sono solo indicatori di un clima che non segna tranquillità nella tifoseria. L’ultimo aggiornamento in esclusiva che vi posso dare riguarda l’assenza di indagati. Gli ambienti sono quelli della Curva B e bisogna capire se si salda l’anello tra le due sigle principali delle Curve A e B verso la società. Probabilmente, l’attenzione della DIGOS indica una situazione non ideale per nuove contestazioni. A livello legale non c’è nulla se non la volontà di esprimere la propria rimostranza con striscioni senza essere riconosciuti. La situazione è monitorata e ciò lascia prefigurare poca tranquillità”.   

Fulvio Giuliani: “La stagione del Napoli è da 6,5. Per vincere non serve un mercato folle”
Fulvio Giuliani, RTL 102.5: “Bisogna trovare dei giocatori funzionali e raggiungibili per il Napoli. Ancelotti ha semplicemente detto che non si può fare il mercato che fanno Juventus, Psg e ecc… . Non si guarderà solo a giocatori giovani ma anche e soprattutto a calciatori di uno step superiore a Fabian Ruiz. Non si vince solo con un mercato strabiliante. Alla stagione del Napoli do 6,5; credo che Ancelotti non sia venuto a Napoli per chiudere la carriera senza vincere ma per farlo in maniera differente e non è detto che sia impossibile. Se l’ambiente continua in questo modo, non farà altro che soffiare sul vento delle polemiche volute e alimentate da chi per anni ha lucrato su questo inventandosi un mestiere che non lo è. La mia risposta è andate a lavorare, almeno una volta”.

Massimo De Luca: “I play off rivitalizzerebbero il campionato di Serie A”
Massimo De Luca, Capitano Napoli Ca5: “Abbiamo bisogno di tutto il calore dei tifosi per vincere la prima partita della serie. I play off sono difficili e bisogna ragionare partita per partita. La nostra è una formula molto più appassionante dove tutte le squadre possono dire la propria e tutte possono vincere lo Scudetto. Anche in Serie A potrebbe regalare più emozioni e maggior passione nei tifosi. Questo è uno sport che visto da vicino fa emozionare e va visto da vicino per capirne il valore”.

Alessandro Iori: “I casi Callejon e Insigne sono incomprensibili. Insigne via da Napoli per stare meglio…”
Alessandro Iori, DAZN: “Non riesco a comprendere nè il gesto contro Callejon nè la difficoltà di Insigne di essere napoletano nel Napoli; non so se sia la soluzione giusta andare via per Insigne ma sta vivendo una situazione complicata. L’idea di introdurre play off e play out per dei piazzamenti se ne potrebbe discutere me per l’assegnazione dello scudetto, no. Come cultura, l’Italia performa meglio se si alza l’attenzione e la difficoltà della partita”. 

Cristiano Del Grosso: “Callejon e Insigne meritano rispetto per quanto dimostrato e dato alla causa Napoli”
Cristiano Del Grosso, Pescara (Ex Cagliari):“Le stagioni del Napoli e del Cagliari sono consolidate ma sarà sicuramente una partita aperta fino alla fine. Si dice sempre nessuno è profeta in patria ma il valore di Insigne non si deve mettere in discussione. Per quanto calciatori Callejon e Insigne, sono sempre uomini e meritano rispetto in primis. Ci mancano due partite e dobbiamo arrivarci nel migliore dei modi; abbiamo del tempo per arrivare e speriamo di divertirci”.

Luigi Guelpa: “Juventus-Guardiola: trattativa in corso d’opera. Ancelotti nervoso? Gli vogliono vendere i Big”
Luigi Guelpa, Il Giornale: “Era l’8 Marzo ed avevo riferito di un primo incontro tra Guardiola e Juventus. La trattativa era in fase embrionale mentre ora è in corso; si giocherà a carte scoperte a fine Maggio inizio Giugno. La Juventus ha bisogno di un difensore centrale, Koulibaly sarebbe un sogno proibito ma è più probabile ne arrivi un altro su indicazione diretta di Guardiola. Si parla anche di Isco e Marcelo, oltre a Ramsey che è già arrivato. Il nervosismo di Ancelotti lo leggo come la volontà del Napoli di vendergli qualche pezzo da Novanta o di non prendergli qualche giocatore al suo livello. Gasperini ha sempre fatto bene in squadre piccole, ora non so se sceglierà di continuare con l’Atalanta o di andare in una grande”.

Umberto Chiariello: “Est modus in rebus”
Editoradio di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC: “Strano destino quello del mercato napoletano. Come si parla di Lozano, smette di giocare ma non si è fatto male. Proprio oggi, l’annuncio di Veretout al Napoli e i commenti non sono entusiastici perchè ha sbagliato il rigore del pareggio per la Fiorentina. Se lo si prende per fare il centrocampista centrale adattato che si sappia perchè il suo ruolo è quello di un Allan sarriano. Fornals, invece, può fare molto di più il centrocampista centrale ma bastano per un salto di qualità? In difesa sento nomi importanti e credo poco a certi acquisti importanti ma se così fosse sarebbe un ottimo segnale prendere dei terzini centrali di livello internazionale. Questi si che potrebbero elevare il profilo del Napoli. Da qui all’estate ne sentiremo tante ma se la notizia de Il Mattino su Veretout fosse vera, sarei contento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.