fbpx

De Laurentiis a Radio KK: “Giocheremo un doppio confronto col Barcellona! Manolas solo alle nostre condizioni!”

De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli, ha svelato una doppia amichevole, molto prestigiosa che gli azzurri disputeranno ad agosto. Ha parlato anche dei nomi “caldi” sul mercato in queste ore

Il presidente De Laurentiis ha parlato della trattativa che riguarda James Rodriguez, giunta ormai alle battute finali (si parla soltanto della firma ormai).

Altri argomenti caldi sono il futuro di Manolas, che la dirigenza azzurra tiene in pugno da tempo e il messicano Hirving Lozano.

Si è parlato anche delle prestigiose amichevoli estive che vedranno il Napoli impegnato su campi internazionali con squadre blasonate e di caratura europea.

Inizia l’intervista:

“Buon pomeriggio a tutti! Avevo promesso un regalo ai tifosi del Napoli. Nel mese di agosto, durante il periodo di ritiro. Ma non ho potuto parlare per un accordo con la controparte. Non ho potuto parlare fino ad oggi. Ci sarà una doppia amichevole con il Barcellona.

Un doppio confronto, una specie di andata e ritorno. Giocheremo ad Agosto: il 7 a Miami e il 10 a Detroit. Faremo qualche giorno negli Stati Uniti.

De Laurentiis su James Rodriguez:

E’ una richiesta espressa di Ancelotti. Non so se possa rispondere ai nostri criteri di gioco. Ma bisogna responsabilizzare il mister e le sue scelte. Anche se costa tantissimo, ho detto “Andiamo Avanti!”. Se non dovesse andare in porto James Rodriguez, parlando con l’amico Mendes che si confronta con Raiola, procediamo su Lozano. Non posso prenderli entrambi, perchè abbiamo giocatori straordinari che non possono stare a guardare! Non mi preoccupa la trattativa: con Florentino Perez, con una telefonata di 3 minuti trovammo l’accordo, all’epoca, per Higuain!”

De Laurentiis su Manolas, altro nome caldo in queste ore:

Manolas è un giocatore che ci può interessare. Anche se mi dicono di fare attenzione al carattere del giocatore. Lì dovrà essere bravo Giuntoli. A noi serve gente straordinariamente serena. Poi Manolas è uno che arriva in età matura, non è rivendibile in futuro, quindi devo investire con oculatezza. Il nostro spagnolo (Albiol ndr), che non è propriamente un giovincello, ci ha chiesto di tornare a casa.

E io che faccio? tenerlo sarebbe controproducente, anzi sarebbe contro e basta. Se deve rimanere controvoglia, è meglio che non rimane. Anzi, se chiede di essere ceduto, “ci fa una cortesia”.

Allora mi devo cautelare. Ma la Roma deve abbassare la clausola. Vedete: io sorrido quando i dirigenti delle società italiane, vogliono fare i furbi. Giocano a chi è meglio degli altri.

Certo alcune volte riescono degli ottimi colpi, ma se io chiedo un giocatore a buon mercato, non capisco perché si meraviglino che chiedo una determinata cifra. Io chiedo quella cifra perché mi viene chiesto un signor giocatore. Poi quando sono io a chiedere, tutti alzano “magicamente” il prezzo. Chissà come mai. Manolas viene se la Roma ci viene incontro. E’ una cosa che all’estero non ho mai riscontrato, anzi. E’ una cattiva abitudine tutta italiana!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.