fbpx

Dimaro 2.0: il Napoli riparte dopo il Benevento

Dimaro 2.0

Dimaro 2.0: il nuovo Napoli riparte

E’ ufficialmente iniziata la fase del ritiro Dimaro 2.0: il Napoli riparte. Gli azzurri ripartono dopo la sconfitta in amichevole rimediata ieri pomeriggio contro il Benevento. C’è la voglia di scrollarsi di dosso la delusione che, sebbene arrivi in una partita senza pretese in cui hanno giocato prevalentemente i giovani, rappresenta un segnale ed indica la strada da percorrere per migliorare. Per questo viene subito apportata una modifica alla programmazione: oggi pomeriggio la squadra si allenerà, laddove era previsto riposo.

Squadra “nuova”: arrivi e partenze

Il team di giocatori che scendono in campo è quasi del tutto rivoluzionato. I giovani aggregati alla prima squadra che hanno aperto il ritiro stanno lasciando il posto ai big al rientro dalle vacanze prolungate. In campo con i grandi figurano Palmiero, Gaetano, Tutino e i due portieri Contini ed Isadiak. Qualcuno dei giovani è già in partenza, come il biondo Zerbin. Da sottolineare la sua eleganza ed apprezzamento della squadra. Si reca al campo di Carciato per salutare i compagni e riceve un caloroso abbraccio da Davide Ancelotti e da alcuni dei membri over come Zielinski e Malcuit.

L’attesa è finita: Insigne e Manolas

Termina l’attesa nel vedere in ritiro i due campioni. Hanno viaggiato insieme alla volta della Val di Sole ieri pomeriggio. Lorenzo, da capitano vero, ha accolto il nuovo acquisto a bordo del treno che li ha portati a raggiungere i compagni. Come testimonia il post sulla pagina Facebook della SSC Napoli sono arrivati a Dimaro in serata.

Insigne è il primo tra i due a calpestare l’erba del campo di allenamento. Alla sua uscita dagli spogliatoi il pubblico è letteralmente impazzito. Tanti, tantissimi applausi per il capitano del Napoli e tutti in piedi. Da qualche settore della tribuna si alza anche il coro “c’è solo un capitano!”. Quale sia il futuro del talento di Frattamaggiore non è al momento chiaro, ma il pubblico presente in ritiro vuole chiaramente che rimanga.

L’ingresso in campo di Manolas coincide con un altro momento di gioia del pubblico presente. Il primo impatto con i tifosi è importante, ed il guerriero di Naxos si lascia avvolgere dall’affetto e dall’emozione che questi gli tributano. I supporter lo chiamano per nome e lo invocano a gran voce. Kostas è già uno di loro. Fa un largo sorriso e si concede una passerella sotto la gradinata prima di avviarsi verso la tenda che ospita la palestra.

Assenti e presenti: allenamento di scarico

La sessione del mattino vede alcune eccezionali esclusioni. Riposo per Callejon e lavoro differenziato per Ghoulam ed Inglese (che continua nella sua preparazione a parte). Breve sessione con esercizi di scarico per Younes, Verdi, Tutino, Rog, Gaetano e Luperto. Tutti questi avevano preso parte al match amichevole di ieri pomeriggio. Dopo il loro allenamento si accomodano in panchina. Assente del tutto Tonelli. I portieri si allenano per tutta la durata a parte.

La parola al campo

Dopo il consueto riscaldamento si passa al lavoro in campo con la palla. Il primo esercizio prevede il passaggio della palla ad accompagnare verso il compagno, che viene eseguito all’inizio in due tocchi e poi di prima.

In seconda battuta si affrontano due squadre che si giocano il possesso palla con uscita dal pressing avversario. Questa situazione viene provata successivamente anche con l’innesto di quattro piccole porte agli angoli della metà campo, finalizzate al tentativo di conclusione dopo lo smarcamento avversario.

Domenica soft, aspettando i colpi di mercato

Il training di questa mattina si è svolto su ritmi decisamente soft. La presenza dei titolari ha comunque alzato il livello dell’allenamento relativamente a rapidità ed intensità delle manovre. La sensazione è che Carlo Ancelotti, con la squadra praticamente al completo (ricordiamo che devono ancora rientrare Ospina, Meret, Koulibaly, Ounas, Fabian ed Allan), voglia innalzare l’asticella per avere un rendimento migliore già nelle prossime amichevoli a Dimaro. L’obiettivo è arrivare ad Edimburgo e negli USA per giocarsela alla pari con le formazioni che incontrerà.

Chissà se per gli impegni previsti all’estero il Napoli avrà a disposizione qualche nuovo innesto. Si attendono sviluppi su James, di cui gli spagnoli di Marca riportano la possibilità del suo approdo a Madrid, sponda Atletico.

A Dimaro il DS Giuntoli è costantemente al telefono. La piazza resta alla finestra e si aspetta il grande colpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.