fbpx

Rinnovo Insigne: il Napoli pensa ad una proposta al ribasso

Insigne e il Napoli

Insigne: il Napoli potrebbe proporre un rinnovo al ribasso.

La società nel prossimo incontro con Mino Raiola potrebbe proporre una cifra più bassa per Lorenzo Insigne

Lorenzo Insigne è arrivato al ritiro estivo del Napoli a Dimaro pronto a riprendersi una maglia da titolare con tanto di fascia da capitano, e soprattutto intenzionato ad essere ancora una delle colonne portanti della formazione partenopea. Prima i timidi “mal di pancia” di qualche mese fa e poi un chiarimento con Carlo Ancelotti avvenuto nei primi giorni di maggio.

Sembra proprio che lo “scugnizzo” di Frattamaggiore abbia tutte le intenzioni di proseguire la sua avventura con la casacca azzurra. Sullo sfondo però c’è ancora un rinnovo di contratto tutto da discutere.

Guardando la trattativa relativa al rinnovo Insigne, come riporta il Corriere dello Sport, prossimamente dovrebbe esserci un incontro decisivo tra il Napoli e Mino Raiola. L’agente italo- olandese, tra gli altri, cura gli interessi dell’attaccante di Frattamaggiore.

Il famoso procuratore sportivo di solito tende a giocare al rialzo quando si confronta con i club per i prolungamenti degli accordi dei suoi assistiti.

Tuttavia, questa volta sembra che dovrà fare i conti con una proposta del club azzurro che punterebbe a rivedere l’ingaggio di “Lorenzinho”.

In questo caso a cifre inferiori rispetto agli attuali 4,5 milioni di euro annuali percepiti dal capitano della squadra di Ancelotti.

Ovviamente l’intesa verrebbe prolungata dal 2022 al 2024. A questo punto resta da capire quale potrebbe essere la reazione di Raiola e soprattutto del giocatore di fronte alla prospettiva di guadagnare un pochino di meno pur di restare al Napoli.

Intanto la Gazzetta dello Sport è tornata su una voce di mercato che circola già da un po’ di tempo, ossia quella relativa ad uno scambio Inter-Napoli tra Mauro Icardi e Lorenzo Insigne. Al momento si tratta di un’ipotesi del tutto aleatoria.

Perché i due club non ne avrebbero mai parlato concretamente. Ma sembra che da Lugano, dove attualmente la compagine milanese sta svolgendo il ritiro estivo, Antonio Conte abbia manifestato uno scarso entusiasmo di fronte a quest’eventualità.

L’ex Commissario Tecnico della nazionale, al posto dell’attaccante argentino gradirebbe avere in organico un’altra prima punta.

Non un elemento dalle caratteristiche di Insigne che (ricordiamo) gode comunque della massima stima da parte del neo-allenatore nerazzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.