fbpx

Palanca: ”Napoli? Spero che torni quello di Maradona”

Palanca Massimo

Palanca: aspettiamo che il Napoli possa competere più da vicino con la Juventus. Ho un ricordo bellissimo di Napoli

Massimo Palanca, specialista dei gol dalla bandierina tra gli anni ’70 e ’80, oltre che ex giocatore di Napoli e Catanzaro, è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva parlando -tra l’altro- della sua esperienza a Napoli e dell’attuale squadra azzurra.

Queste le sue parole:

SULLA TRIPLETTA ALL’OLIMPICO NEL ’79: “Ci sono state anche tante altre, quella tripletta è stata particolare perché è stata segnata all’Olimpico. Ho segnato anche da calcio di punizione ma questi rimangono più nella mente perché sono particolari”.
SUL FATTO CHE SEGNASSE MOLTO AL PORTIERE DELLA ROMA: “In realtà segnavo tanto a tutte e due le squadre romane, sia alla Lazio che alla Roma”.
SUL CALCIO DI OGGI: “E’ completamente diverso rispetto agli anni ’70, un giro di affari incredibile. A volte gli aspetti economici vanno a discapito dello sport”.
SULL’ESPERIENZA A NAPOLI: “Sono andato lì con tante buone intenzioni, avrei voluto spaccare il mondo, ma le cose non sono andate bene per tanti motivi. Rimane il mio più grande rammarico. Forse è mancata un po’ di considerazione, c’è stata un po’ di sfortuna e qualche incomprensione con l’allenatore, ma ho comunque un ricordo bellissimo di Napoli”.
SUL NAPOLI DI OGGI: “Aspettiamo che il Napoli possa competere più da vicino con la Juventus, che è ancora avanti a tutti. Io ci spero, spero che gli azzurri possano tornare quelli visti ai tempi di Maradona. Tifo però anche per il Catanzaro, un ambiente ideale per me”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *