fbpx

VAR e polemiche: riflettori sul Napoli

VAR e polemiche

VAR e polemiche al centro dell’attenzione

Basta solo la prima giornata della nuova Serie A a scatenare lamentele diffuse. Sono protagoniste la VAR e le polemiche continue sulle decisioni arbitrali e sul nuovo regolamento. Tanti gli episodi su più campi, ma i riflettori sono puntati tutti sul Napoli.

Mertens a Firenze

Fa discutere l’episodio che coinvolge Dries Mertens al minuto 40 della partita Fiorentina-Napoli. Il belga cade in area e l’arbitro Massa assegna il calcio di rigore (trasformato da Insigne) senza avvalersi del consulto di Valeri alla VAR. Nemmeno dalla cabina di regia arrivano segnali a contraddire la decisione del direttore di gara. Dai replay è ben visibile che non c’è contatto tra l’attaccante e Castrovilli. Il numero 14 si tuffa ed inganna il direttore di gara.

Le polemiche nel post partita: favorevoli e contrari

Il web ha annoverato plurimi commenti riguardo l’accaduto.

Allenatore e dirigenza della Fiorentina

Parole che esprimono rabbia e rammarico, quelle di Mister Montella rilasciate a Radio Rai al termine del match.

Contrastanti invece le dichiarazioni del DS viola Pradè, il quale spiega come Massa e Valeri gli abbiano fornito spiegazioni valide in merito alle decisioni arbitrali prese.

Voci da Napoli

Sul fronte azzurro si scontrano più punti di vista nella lotta a difendere o affossare Mertens.

Dalla parte dei “difensori” del giocatore e del Napoli si schiera Paolo Del Genio, complimentandosi con Pradè per la sua onestà nelle dichiarazioni e richiamando tutti gli addetti ai lavori a non strumentalizzare l’episodio per andare contro il Napoli. Anzi li riporta con la mente a ben altre occasioni in cui i riflettori sulle decisioni arbitrali sono stati smorzati in poco tempo. Il giornalista cita testualmente la famosa mancata espulsione di Pjanic in Inter-Juventus del 2018 (AL LINK LE DICHIARAZIONI COMPLETE).

Diverso il punto di vista di Umberto Chiariello, schierato dalla parte di coloro che vorrebbero la prova TV e la squalifica per il belga. Lo fa attraverso le sue affermazioni a Campania Sport e poi scrivendo un post sul suo profilo Facebook, in nome dell’onestà e dello slogan “non siamo Juventini”.

Le conseguenze

Nessuna conseguenza per il calciatore, a quanto pare esonerato dalla prova TV. Sembra invece si vada verso un provvedimento per Massa e Valeri, come dichiarato dal designatore ed ex arbitro Rizzoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.