Spogliatoi del San Paolo, la replica di De Magistris: “Responsabilità della Regione”

Spogliatoi San Paolo: la replica di De Magistris.

Il sindaco ha chiarito la posizione del Comune, dicendo che la responsabilità è della Regione

In queste ultime ore si sta parlando molto dello stato in cui versano gli spogliatoi del San Paolo. Il tecnico Carlo Ancelotti e la SSC Napoli hanno infatti denunciato il mancato completamento dei lavori.

L’allenatore emiliano si è detto particolarmente “indignato”. Ha parlato di “scorrettezza e inadeguatezza” da parte degli enti che avrebbero dovuto sistemare quella zona dell’impianto in tempo utile.

L’ex Chelsea ha ricordato che il Napoli ha giocato le prime due gare in trasferta proprio per far sì che nel frattempo si potesse completare l’opera di ammodernamento. Ma non è andata così.

Alle critiche è seguita la pronta replica di Luigi De Magistris. Il sindaco di Napoli ha di fatto declinato tutte le eventuali responsabilità sue e della propria amministrazione.

Il primo cittadino è intervenuto ai microfoni di Radio RCR per provare a fare chiarezza. Ha dichiarato che la manutenzione degli spogliatoi del San Paolo è “a carico di Basile”.

Subito dopo ha tranquillizzato tutti, dicendo che entro sabato – quando il Napoli ospiterà la Sampdoria – sarà tutto perfettamente in ordine e in regola.

Al contempo, De Magistris ha voluto sottolineare com’è suddivisa la gestione delle competenze dell’impianto di Fuorigrotta. Il Comune si occupa della struttura, mentre lo spogliatoio è di competenza della Regione, ovvero di Basile e Vincenzo De Luca.

Ciro Borriello: “Ci sono tante novità al San Paolo”

E pensare che pochi giorni fa, prima che scoppiasse la bufera sugli spogliatoi del San Paolo, Ciro Borriello aveva parlato con entusiasmo dei lavori di ristrutturazione.

L’assessore allo Sport del Comune di Napoli, intervenuto a Campania Sport, aveva detto di aspettarsi uno stadio gremito in occasione del match con la Sampdoria.

Successivamente aveva elencato tutte le nuove strutture introdotte nell’impianto: i maxi-schermi, i bagni e le due vasche installate proprio negli spogliatoi.

Soffermandosi sui sediolini, aveva anticipato che saranno tutti ribaltabili e numerati. Dunque non solo sarà quasi impossibile salirci in piedi, ma sarà anche più comodo rimanere seduti per seguire le partite.

Infine aveva rivelato che al Comune sono arrivate diverse e-mail da parte di persone e turisti interessati a: “Visitare lo Stadio San Paolo rinnovato”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI