fbpx

CDS:”Milik, i numeri parlano chiaro”

Milik cds

Il CDS analizza i numeri di Milik alla vigilia della partita con la Lazio

Il CDS analizza i numeri di Milik alla vigilia della partita con la Lazio, con l’attaccante polacco che è sicuramente il maggior protagonista dell’attacco azzurro. Ha segnato 10 goal in 12 partite, uno ogni 85,5 minuti.

L’estratto dal Corriere dello Sport

“E allora, la parabola di Arek. Che dopo aver fronteggiato in due riprese l’immancabile maledizione annuale – questa volta una tendinite al pube -, gode ora di ottima salute. E di una salutare aurea realizzativa: 10 griffe d’autore tra il campionato (9 gettoni) e la Champions (3), e l’alloro del miglior attaccante del Napoli sulla testa. Con tanto di record del club: con la tripletta realizzata in coppa con il Genk nella notte dell’esonero di Ancelotti, infatti, Milik è diventato il primo giocatore della storia azzurra a calare un tris nella competizione.

 Numeri importanti, altroché, eppure intorno ad Arek aleggia sempre un’ombra di scetticismo: come se a far rumore siano soltanto certi errori, tipo il colpo di testa mancato proprio con i nerazzurri a due passi da Handanovic, piuttosto che i graffi ripetuti in serie con una splendida media spazio/tempo. Per sua fortuna, comunque, il carattere è duro come l’acciaio inox, e non potrebbe essere altrimenti considerando la caparbietà con cui è venuto fuori da due interventi in sequenza ai crociati di entrambe le ginocchia tra il 2016 e il 2017, e gli allenatori lo stimano. Sì: la fiducia nelle sue doti, nel suo sinistro, è il filo sottile che lega Gattuso a Carletto”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.