fbpx

Champions, ipotesi final 8 a Lisbona

san paolo napoli champions league

Per concludere la Champions la fase finale della competizione potrebbe disputarsi a Lisbona

Per concludere la fase finale della competizione potrebbe disputarsi a Lisbona la fase finale della competizione potrebbe disputarsi a Lisbona

Sarà Lisbona a ospitare la ‘Final Eight’ che assegnerà la Champions League: lo riferisce la Bild, anticipando la decisione che sara’ ufficializzata il 17 giugno.

Si tratterebbe di una Final Eight, da disputare in Portogallo. “Lisbona batte Francoforte” è infatti il titolo del giornale tedesco.

Dopo il rifiuto della sede designata Istanbul, la candidatura più avanzata sembrerebbe allora quella della città portoghese.

Le altre candidature erano quelle di Francoforte e Mosca ma la capitale portoghese e’ stata giudicata più sicura dal punto di vista sanitario, con il vantaggio che dispone di più stadi.

Francoforte, secondo il giornale tedesco, punta ora a ospitare la finale di Europa League.    L’Uefa punta a far ripartire la Champions ad agosto con i quattro ottavi ancora in sospeso (i ritorni di Barcellona-Napoli, Manchester City-Real Madrid, Bayern-Chelsea e Juve-Lione) per poi concentrare quarti, semifinali e finale in gare uniche da disputare nella stessa città.

Non mancano, però, altre ipotesi. Tutte tali fino alla riunione dell’Esecutivo Uefa che farà luce sul finale di stagione europeo.

Fino a poco tempo fa era proprio la Germania – con Berlino Francoforte – la meta in pole position per i restanti match. Un gradimento legato alla ripartenza della Bundesliga che ha colpito in maniera positiva le società e il massimo organismo calcistico continentale. Sempre stando alla Bild ci sarebbe anche Mosca tra le ipotesi, ma sembra un’idea molto remota visti i tanti casi di coronavirus in Russia.

Il progetto della Uefa, infatti, è quello di ripartire ad agosto completando i quattro ottavi ancora in sospeso (da giocare i ritorni di Barcellona-Napoli, Manchester City-Real Madrid, Bayern-Chelsea e Juve-Lione) e poi concentrare le otto squadre rimanenti nella stessa città facendo disputare quarti, semifinali e finale in gara unica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *