fbpx

L’arbitro Daniele Doveri: “La finale di Coppa Italia Napoli-Juve? Strano dirigerla, ma bellissimo il ritorno in campo”

cade il vincolo territoriale

L’arbitro Daniele Doveri, che ha diretto la finale di Coppa Italia tra Napoli e Juventus, ha rilasciato un’intervista sulle colonne de “Il Messaggero”

L’arbitro Daniele Doveri, che ha diretto la finale di Coppa Italia tra Napoli e Juventus, ha rilasciato un’intervista sulle colonne de Il Messaggero”

Daniele Doveri, arbitro italiano che ha diretto anche la finale di Coppa Italia tra Juventus e Napoli, ha parlato a Il Messaggero ripartendo proprio dall’assegnazione del primo trofeo (tra i maggiori campionati europei) post Coronavirus.

L’arbitro ha affidato alle colonne del quotidiano romano le sue sensazioni e le emozioni del ritorno in campo, del comportamento dei giocatori nonostante il clima surreale vista l’assenza di pubblico.

Queste le sue parole:

“E’ stata una sensazione strana ma bellissima. Il ritorno in campo è un bel messaggio che vede il calcio come u veicolo per riportare un po’ di normalità nel paese“.

Poi su come cambia l’arbitraggio senza pubblico sugli spalti:Non cambia quasi niente, anche se io ho dovuto abbassare il tono della voce perché senza gente non c’è bisogno di alzarlo”.

Da parte dei calciatori il comportamento è stato buono:C’è tanta responsabilità. E questo potrebbe essere l’occasione per far nascere “un nuovo modello di vivere le partite.

Infine per quanto riguarda l’estate che non prevedrà vacanze per i direttori di gara: “Nessuno ci pensa, c’è tanta voglia di arbitrare e un’estate passata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *