fbpx

Gattuso – Napoli, segnali di fumo dalle pendici del Vesuvio

gazzetta Gattuso

Gattuso – Napoli, segnali di fumo dalle pendici del Vesuvio
Il pranzo aziendale per l’addio di Rino?
“Abbi dubbi”, questa la logica in particolari situazioni che si manifestano e che non hanno una spiegazione.
All’indomani della vittoria contro l’Empoli ed il conseguente passaggio del turno in Coppa Italia, il Napoli è proteso alla sfida alla Juventus in Supercoppa italiana.

Intanto ieri i calciatori e Gattuso sono andati a pranzo alle falde del Vesuvio.

Menù tarato per non appesantire gli atleti, sicuramente lo Chef avrà puntato l’attenzione e la propria fatica sulla dieta mediterranea. Domenica prossima, per il campionato, gli azzurri saranno impegnati con la Fiorentina di Callejon al D.A.Maradona.

A questo punto sorgono spontanee delle domande: perché il Napoli non è rimasto a Castelvolturno? Improbabile preparare una partita importante, Napoli Juventus, senza utilizzare gli attrezzi del mestiere presenti al centro tecnico (campi d’allenamento, lavagne, attrezzi, dossier, filmati, ecc.). Perché al pranzo ha partecipato anche Milik? C’è qualcosa che si sta cercando di nascondere?

Ci sono dinamiche all’interno dei gruppi che vanno analizzate con particolare attenzione per comprendere le evoluzioni dei fatti! Forse Gattuso aveva bisogno di parlare con i suoi ragazzi lontano da occhi e orecchie indiscrete? Forse il mister voleva aggiornare la squadra sul suo contratto del quale, negli ultimi tempi, non se ne sa più niente?

Gattuso – Napoli, segnali di fumo dalle pendici del Vesuvio

Al di là della bravura del giocatore, perché il Napoli sta puntando su Zaccagni del Verona? Il giocatore non è giovanissimo avendo già compiuto 25 anni.

Queste le domande che i più attenti osservatori si stanno ponendo e per le quali, forse, non ci sarà risposta.

E ancora: perché al pranzo non ha partecipato la proprietà? ADL o il figlio, avrebbero potuto essere con la squadra per rimarcare l’importanza della sfida con la Juventus e sostenere, così, il loro capitale aziendale.

I De Laurentiis sanno che il Napoli non potrà aspirare alla qualificazione in Champions e hanno già un piano per ridurre i costi, massimizzando i profitti?

La netta sensazione è che se confermate, queste voci, questi segnali di fumo, il Napoli sarebbe già pronto alla rifondazione.

L’addio di Gattuso e la venuta di Juric?

Sarebbe un colpo di scena in stile ADL, attualmente la versione ufficiale è quella che il pranzo è stato offerto da Bakayoko per la rete.

La redazione di CasaNapoli non crede che il pranzo sia un pranzo di addio, per il contratto del tecnico azzurro ci sarà tempo, adesso testa al campo ed ai risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 3 =