fbpx

Napoli ritiro a Castelvolturno: “Sedute psicologiche di gruppo”.

Aurelio De Laurentiis

Napoli ritiro a Castelvolturno: “Sedute psicologiche di gruppo”.

La squallida prova del Napoli contro l’Empoli di ieri in Toscana, con la sconfitta per 3-2 in una gara condotta per 2 a 0 dai napoletani fin quasi alla fine, e l’improvvisa comparsa dei cosiddetti “sette minuti dell’orrore”, ha scatenato gravi comportamenti tra i calciatori stessi con iperreattività negli spogliatoi del

Castellani e interrogativi di vario tipo in seno alla società di Aurelio De Laurentiis.

De Laurentiis e Spalletti impongono il ritiro

Sia il tecnico, Luciano Spalletti, sia il presidente, ieri pomeriggio hanno immediatamente e in comunanza d’intenti, deciso per il ritiro della squadra.

Alcuni calciatori, Insigne in testa, hanno fatto notare che non è il caso di arrivare a questi estremi, ma che sarebbe stato opportuno parlarsi per tentare di

comprendere i motivi della disfatta.

“Per aprirsi maggiormente su eventuali criticità, problematiche, incomprensioni”

Le motivazioni dello stare insieme, da parte della società, sono state immediatamente esternate in un comunicato che è stato diffuso in serata, da cui si evince che èopportuno integrare la scheda quotidiana di allenamento con incontri serali a cena “per aprirsi maggiormente su eventuali criticità, problematiche, incomprensioni, qualità di gioco, tutto per massimizzare l’eccellente qualità dei nostri calciatori dimostrata nella prima parte della stagione”

Dal comunicato della SSC Napoli emerge, dunque, la volontà di lavorare sulla psicologia dei singoli per comprendere appieno i cali di concentrazione che,

puntualmente, si verificano all’interno della squadra quando il tecnico propone variazioni di formazione in corso di gara.

Ecco la motivazione con cui la SSC Napoli propone ai propri calciatori la permanenza stabile, fino al prossimo incontro con il Sassuolo,

al Konami Training Center di Castelvolturno: “In ritiro incontri serali per aprirsi su criticità, problematiche e incomprensioni”.

Napoli ritiro a Castelvolturno

Come si svolgerà il ritiro?

Lo specifica la società stessa con il comunicato diramato tramite il proprio sito ufficiale:

“La società, la direzione sportiva, l’allenatore e lo staff hanno deciso che la cosa più importante da fare in questo momento sia quella di integrare l’abituale scheda quotidiana di allenamento. I turni di lavoro resteranno gli stessi con una grande attenzione per le singole componenti individuali e per il gruppo. Riunioni di teoria e valutazioni delle prossime partite, come sempre fatto. Il tutto integrato, e questa è la novità, da incontri serali a cena per aprirsi maggiormente su eventuali criticità, problematiche, incomprensioni, qualità di gioco, tutto per massimizzare l’eccellente qualità dei nostri calciatori dimostrata nella prima parte della stagione”.