fbpx

Sarri polemico: “Episodi inaccettabili in epoca Var, il goal di Kim era da annullare, o gli arbitri sono scarsi o…”

Sarri

Db Auronzo di Cadore Bl 23/07/2021 - amichevole / Lazio-Triestina / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Maurizio Sarri PUBLICATIONxNOTxINxITA

Maurizio Sarri,dopo la sconfitta in casa contro il Napoli di Spalletti, è una vera e propria furia:

Queste le parole di Maurizio Sarri:
“C’è poco da commentare, c’era un fallo anche sul gol dell’1-1, perché Kim ha preso posizione spingendo Luis Alberto – ha detto intervenendo sul contatto Mario Rui-Lazzari nell’area partenopea Questo nell’era del Var non è accettabile. O sono scarsi oppure c’è l’opzione B, che sarebbe più grave.
Ha anche trovato il modo di ammonire tutti i nostri giocatori. Gli arbitri arrivano prevenuti e ce lo dicono anche: ‘Vi siete comportanti male col Bologna’, ci è stato detto prima della gara. Penso che il responsabile degli arbitri debba prendere provvedimenti, provvedimenti pesanti”.

Sulla partita:

“Abbiamo affrontato una squadra forte, che ci ha messo in difficoltà. Il Napoli poteva vincerla anche in un altro modo, così ci lascia un pizzico di rabbia. Poco turnover fin qui? Volevo dare un’identità alla squadra prima di cominciare a ruotare, perché entrare in meccanismi rodati è più semplice. Nelle prossime settimane bisognerà prendere altre decisioni”.

I motivi della prestazione negativa sono molteplici:

“Il tasso di umidità era altissimo anche oggi, la fatica si sente molto in queste prime partite. Il gol nei primi minuti poi ci ha inquinato mentalmente, ci ha tolto iniziativa e siamo diventati troppo attendisti. Comunque siamo contenti, stiamo lavorando in un bel clima, non possiamo aspettarci di vincere tutte le partite, però il lavoro si vede, il divario si sta assottigliando”.

Non manca sul finire un commento sul suo passato a Napoli, con tanto di frecciata al presidente Aurelio De Laurentiis:

“Cosa mi ha ispirato giocare col Napoli? Stasera mi ha ispirato un leggero giramento… I ragazzi di quando c’ero io sono rimasti in pochi, mi fa impressione un Napoli senza Lorenzo, senza Ciro… Io di Napoli ho bellissimi ricordi, poi ne ho uno bruttissimo di quando il presidente presentò Ancelotti senza dirmi nulla. Se ne abbiamo mai parlato? Tanto quando parli con Aurelio ha sempre ragione lui”.