fbpx

Allenatore del Napoli: “Ci son tre tecnici pronti a sedere sulla panchina del Napoli”

Allenatore del Napoli

Allenatore del Napoli: “Ci son tre tecnici pronti a sedere sulla panchina del Napoli”

Il Roma: “Aspettano solo un messaggio di ADL”.

Il campionato italiano ormai vive di ricordi, con il Napoli che lo ha stravinto con 16 punti di differenza sulla seconda, la Lazio e appena dopo le milanesi al terzo e quarto posto.

La stagione calcistica dev’essere, però, ancora conclusa con l’Inter impegnata a disputare la finale di Champions League contro il Manchester City a Istanbul domani sera alle ore 21,00.

Intanto le società stanno allestendo le proprie squadre per la prossima edizione del campionato italiano e sono in atto una serie di iniziative per tentare di accaparrarsi i migliori calciatori sul mercato, anche con la speranza che si producano plusvalenze, naturale soluzione di una stagione giocata al meglio.

Il Napoli, oltre a dover definire il futuro di alcuni suoi giovani calciatori, dovrà anche impegnare il funambolismo del presidente De Laurentiis nel trattenere i suoi gioielli e invogliare svincolati e non, a condividere il progetto Napoli e, tutti insieme, tentare la scalata al cosiddetto “triplete”.

Nel frattempo Luciano Spalletti ha lasciato la società e la città per dedicarsi alle sue vigne in Toscana e guardare la prossima stagione calcistica comodamente seduto in divano.

Il presidente concede l’anno sabbatico a Spalletti

Il presidente gli ha concesso l’anno sabbatico nella speranza che poi possa tornare alla guida della squadra.

Dunque il Napoli è attualmente senza allenatore e il Roma, quotidiano napoletano, evidenzia sulle proprie colonne la tematica, disquisendo su tanti personaggi e su alcuni nomi in odore d’azzurro, ovvero quegli allenatori che hanno più chances per sedersi sulla panchina del Napoli.

Ecco come la testata giornalistica de “Il Roma” scrive sull’argomento:

“Il presidente Aurelio De Laurentiis ha parlato di una lista di addirittura 40 nomi di allenatori candidati alla panchina del Napoli. Sembrano davvero troppi. A una prima riflessione, chi ha una lista così ampia potrebbe avere le idee confuse. In realtà De Laurentiis ce le ha molto chiare, e con questo altissimo numero di candidati prova a depistare. Idee molto precise, con una gerarchia chiara. Chiaramente solo supposizioni e indicazioni, ma Vincenzo Italiano – tra l’altro pubblicamente elogiato mercoledì – dovrebbe essere in cima alla lista. È anche l’operazione più complicata, perché ancora sotto contratto.
Non a caso De Laurentiis preferisce trattare con tecnici liberi. Qualcuno di questi si è anche proposto. Ad esempio il buon vecchio Rafa Benitez, che aspetta solo una chiamata ed è voglioso di rimettersi in gioco. Il presidente lo tiene in considerazione, ma di certo non con priorità. Anche Christoph Galtier si è proposto: il francese sta per lasciare il Paris Saint Germain dopo appena un anno e si sarebbe fatto avanti. Conosce l’italiano e non teme di “bruciarsi” ha vinto un campionato in Francia e ha sufficiente esperienza. De Laurentiis gradisce l’ipotesi, ma anche in questo caso ha preso tempo.
Allenatore del Napoli

Nomi liberi per la panchina del Napoli

Ci sono poi almeno altri due nomi di tecnici liberi che sarebbero interessati, ma non è noto se si sono o meno proposti. Si tratta di Rudi Garcia, ex allenatore della Roma, che ad aprile ha lasciato l’Al-Nassr di Cristiano Ronaldo. È libero e tornerebbe volentieri in Italia. Anche lui ha esperienza europea e nelle coppe, e conosce perfettamente la Serie A. Inoltre sa districarsi in ambienti “pressanti” come quello di Napoli e di Roma. Infine, un altro tecnico che De Laurentiis apprezza: è il portoghese Paulo Fonseca. Anche lui ex Roma, ma non è libero. Un anno fa è stato ingaggiato dal Lille, con cui ha un’altra stagione di contratto. Si parla di addio, e quindi volendo può essere inserito. Ha più o meno gli stessi requisiti di Garcia, e con il francese e gli altri citati condivide il mantra della difesa a quattro”.