fbpx

Massimo Ambrosini consiglia Zielinski per il Milan

Perché Massimo Ambrosini consiglia Zielinski per il centrocampo del Milan

Massimo Ambrosini, ex centrocampista del Milan e opinionista a Dazn, consiglia Piotr Zielinski per il centrocampo della squadra lombarda. In questi giorni Ambrosini ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. “Se dovessi fare un nome per il centrocampo del Milan, faccio quello del calciatore del Napoli, Piotr Zielinski. I motivi, per come la vedo io, sono essenzialmente tre: fa la mezzala, incute timore alle difese e segna. Immagino giochi largo a destra. Lui e Loftus-Cheek vengono al Milan per rilanciarsi. Possono riuscirci. L’addio di Tonali è stato uno shock, non solo per il grande giocatore, ma perché ha perso l’anima. Dal punto di vista tecnico la sua partenza può essere colmata, ma ritrovare quel qualcosa di speciale in campo sarà molto più complicato. Senza Maldini il Milan ha perso parte dell’anima anche fuori dal campo. Pioli avrà più responsabilità e dovrà gestire più ruoli tutti insieme. Non sarà facile”.

Perché Ambrosini consiglia Zielinski

Piotr Zielinski è un centrocampista del Napoli che abbina notevoli doti tecniche a eccellenti doti fisiche. I ruoli dove si esprime meglio sono la mezzala o il trequartista, ma nel corso della sua carriera è stato schierato anche come regista basso davanti alla difesa o ala sinistra. Preferisce ricevere palla spalle alla porta, dove, grazie alla sua abilità nello smarcamento, riesce a eludere la pressione avversaria e creare superiorità numerica. Possiede un buon dribbling e ottime doti di inserimento, che utilizza principalmente per servire assist ai compagni. Quando invece rimane al limite dell’area sfrutta la sua abilità nel saper calciare con entrambi i piedi per sorprendere il portiere con tiri potenti e precisi. Giocatore molto atletico e predisposto al sacrificio, possiede una grande etica del lavoro, che nel corso della sua carriera lo ha portato spesso a giocare quasi 50 partite stagionali.