fbpx

Gazzetta: Kvaratskhelia in calo, 188 giorni dall’ultimo gol di marzo

Kvaratskhelia in calo

Gazzetta: Kvara in calo, 188 giorni dall’ultimo gol di marzo, quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport

Kvaratskhelia in calo, 188 giorni dall’ultimo gol di marzo, questo quanto riportato nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport. E’ dal 19 marzo, che Khvicha Kvaratskhelia non segna più, ovvero da quando prese parte al match del Napoli in casa del Torino, andando a segno su rigore. Quel giorno Kvara fece anche un assist e un quasi-assist.  “E’ chiaro che adesso non sia più una novità. I suoi colpi migliori sono studiati e analizzati nel dettaglio dalle formazioni avversarie, che da mesi approntano raddoppi sistematici. Lo spazio per forza di cose si riduce, i movimenti sono limitati e le traiettorie sia di corsa che di passaggio si restringono subito. Le libertà di cui godeva in passato ormai sono soltanto un lontano ricordo e bisogna prenderne atto, cercando soluzioni alternative.

L’infortunio patito al ginocchio durante l’amichevole di inizio agosto col Girona l’ha costretto a saltare parte della preparazione estiva e la sfida col Frosinone. Contro il Sassuolo, invece, ha disputato soltanto la mezzora finale. Negli impegni successivi é sempre partito titolare e sistematicamente cambiato. Non é così bruciante, preciso e lucido come in passato.” Questo quanto si apprende sulla Gazzetta questa mattina.

Kvara é fondamentale per il Napoli e di sicuro ora il compito primario di Garcia é quello di rimetterlo in condizioni di ritornare ad essere al massimo delle sue capacità calcistiche. Quindi bisognerà trovare nuove tattiche e soluzioni che riportino quanto prima l’attaccante georgiano ai suoi livelli ottimali di prestazione. Le caratteristiche tecniche di Kvara sono degne di nota. Ala sinistra dal fisico longilineo, può giocare su tutto il fronte offensivo. Elegante nella corsa, dispone di una grande accelerazione palla al piede, oltre a essere abile nel dribbling, nella finalizzazione e nei calci piazzati. Considerato uno dei migliori talenti mai espressi dal calcio georgiano, nell’estate del 2019 è stato indicato dalla UEFA come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione 2019-2020.