fbpx

Streaming e Serie A: i diritti TV di nuovo a DAZN, fino al 2029

Doppia utenza Dazn

Streaming e Serie A: i diritti TV di nuovo a DAZN, fino al 2029

Alla fine, dopo un noioso tira e molla, è arrivato il verdetto definitivo: DAZN ha rinnovato il suo contratto con la Lega Serie A, acquisendo i diritti di trasmissione delle partite del massimo campionato tricolore fino al 2029. Si tratta di una notizia che merita un approfondimento, dato che contiene una novità che farà sicuramente piacere a tutti i tifosi di calcio, compresi quelli napoletani. Si parla, nello specifico, della possibilità di vedere 5 partite gratis per ogni stagione di Serie A, a partire da agosto di quest’anno. Vediamo dunque di approfondire il tema.

DAZN trasmetterà 5 partite in chiaro dal 2024/2025

Come anticipato poco sopra, a partire dal prossimo campionato DAZN trasmetterà 5 partite di Serie A in chiaro. Significa che chiunque, anche chi non ha un abbonamento alla piattaforma, potrà usufruire di questa opportunità preziosa, nata più che altro per consentire ai tifosi non abbonati di testare il servizio streaming. Non a caso, l’opzione in questione si chiama “try to buy”, anche se al momento le modalità con le quali verrà messa a disposizione degli utenti non sono state ancora definite.

Ciò che conta, comunque, è che i tifosi del Napoli potranno appunto vedere 5 partite gratis, ma non è detto che una riguarderà gli azzurri. Va infatti specificato che sarà DAZN a decidere quali match rendere disponibili per la visione in chiaro. Vuol dire, in altre parole, che servirà un pizzico di fortuna per sperare che almeno un match del Napoli rientri nel pacchetto, un po’ come quando si studiano le quote Serie A e ci si augura che non vi siano sorprese diverse da quelle messe in preventivo nella bolletta.

Occorre ripetere che questa opzione verrà attivata da DAZN a partire da agosto, dunque dal prossimo campionato di Serie A. In ogni caso, con tutta probabilità la nota emittente streaming sceglierà dei match particolarmente appetibili, cercando di andare incontro alle tifoserie di tutte le squadre con l’appeal maggiore nella Penisola. In sintesi, si può presumere che si tratterà di big match, ma ovviamente ad oggi si parla soltanto di ipotesi.

DAZN fino al 2029: i dettagli dell’accordo

Il contratto resterà identico a quello attuale, se si fa eccezione per la novità delle 5 partite in chiaro. In altre parole, DAZN avrà la piena esclusiva sulla trasmissione in streaming di tutte le partite del massimo campionato italiano, mentre a Sky spetterà una co-esclusiva di 3 match a giornata. Verrà però introdotto il cosiddetto revenue sharing: un meccanismo che permetterà alla Lega Serie A di incassare il 50% dei ricavi eccedenti una quota fissata a 750 milioni di euro (il possibile fatturato del broadcaster).

In altre parole, DAZN ha accettato questo compromesso per alzare la propria offerta, e per spingere la Lega ad accettarla. L’accordo, infatti, è stato firmato su una cifra pari a 900 milioni di euro, aumentati di 30 milioni rispetto alla proposta iniziale (che corrispondeva a 870 milioni). Il tutto, come detto, tenendo a mente anche la possibile spesa extra dovuta al revenue sharing.